Come creare infografiche

Creare infografiche di successo per attrarre traffico web

Se stai sviluppando un business online, sei riuscito a validare l’idea, cioè a capire se esistono persone desiderose di utilizzare il tuo prodotto, ed hai ottimizzato la User Experience interna in modo tale che gli utenti possano identificare velocemente il loro AHA moment, adesso ti resta una sola cosa da fare.

Devi portare traffico al tuo sito web, accogliere i tuoi visitatori nel modo migliore possibile per renderli degli utenti soddisfatti e attivi sulla tua piattaforma.

Perciò, devi abilitare i canali di acquisizione per raggiungere il tuo pubblico in-target e portarlo sul tuo sito.

Questo articolo rappresenta il primo di una breve serie che tratta proprio dei canali d’acquisizione del traffico web.

In quest post si analizzerà nel dettaglio uno dei 10 principali canali PULL per veicolare nuovi visitatori sul tuo servizio digitale.

 

Canali Pull per attrarre nuovi visitatori

infografiche di successoInnanzitutto è doveroso specificare cosa significhi il termine PULL.

I canali di tipo PULL sono quei canali di marketing che contribuiscono a portare nuovi visitatori su un sito web tramite delle strategie poco invadenti verso le persone.

Infatti il principio alla base dei canali PULL è che non si cerca di spingere direttamente il visitatore verso la piattaforma che si sta promuovendo, ma lo si attrae spontaneamente attraverso una serie di accorgimenti e tattiche ben precise.

Esistono vari modi per attrarre i visitatori, ma in questo post approfondiremo un elemento alquanto trascurato, che, se sfruttato bene, può invece costituire un arma in più nel proprio arsenale di tecniche per veicolare il traffico web.

Stiamo parlando delle infografiche.

Concetto abbastanza diffuso, ma che non riscuote grande interesse da parte della maggior parte dei content marketer e dei digital strategist, come invece dovrebbe essere.

Solo i più furbi ed esperti ne fanno ampio uso, ottenendo risultati davvero sorprendenti.

Procediamo quindi con l’analisi per individuare i fattori che ne decretano la loro utilità all’interno di un piano globale di marketing digitale per un business online.

 

Le infografiche ed il fattore condivisione

Nel mondo del web marketing, fatto sempre di più da immagini ed elementi visivi, le infografiche possono ricoprire un ruolo estremamente interessante in una strategia generale di acquisizione di traffico.

Si nota facilmente che questo termine è composto da due parole: informazione e grafica.

Infatti l’infografica non è altro che una serie di dati che vengono posizionati all’interno di una grafica, intesa sostanzialmente come un’immagine, al fine di raccontare una breve storia fatta di numeri.

Ad esempio, una celebre infografica nel mondo dei Social Media è quella che rappresenta gli orari migliori per postare contenuti sui vari social network, in modo tale da generare maggior engagement.

Ecco di seguito un esempio tratto dal sito lifestyleultimatum.com.

infografiche di successo orario in cui postare sui social
Detto ciò, le infografiche non sono solo semplici immagini, ma possono anche essere costituite da tabelle, diagrammi di flusso, mappe concettuali, schemi a blocchi, istogrammi e grafici vari.

Ma perché considerarle così importanti? È semplice.

Esse mostrano un tasso di condivisione sui social molto elevato e spesso possono causare degli effetti virali che aiutano a diffondere velocemente il brand associato all’infografica. Quindi uno strumento molto valido per fare sia awareness che per la fase di acquisition.

Ma come si creano delle infografiche di successo?

Esistono una serie di accorgimenti che permettono di renderle attraenti.

Innanzitutto seleziona ed elabora dati interessanti per i tuoi lettori e che provengano da fonti autorevoli: devi fare in modo che possano avere un impatto molto positivo sul tuo pubblico.

A proposito di pubblico, valuta attentamente quale format e stile impiegare nell’esporre le informazioni: dovrebbe essere una conseguenza della tipologia di persone a cui verrà mostrata l’infografica.

Se ad esempio curi un gruppo facebook di successo su professionisti di grafica web, allora utilizza un linguaggio creativo e mostra informazioni che caratterizzino il loro settore specifico.

Definisci da subito l’obiettivo dell’infografica così da individuare facilmente il modo di presentare i dati.

Spesso un’infografica viene intesa per semplificare il processo decisionale, filtrare e riassumere grandi quantità di dati oppure presentare informazioni banali in una nuova chiave divertente.

Una volta che è chiaro qual è l’obiettivo finale e quali sono i dataset da elaborare, non ti resta che scegliere il layout più adatto per la tua situazione.

Potresti adoperare un layout a specchio per confrontare i numeri di due competitor, una road map per analizzare un processo operativo, una timeline per raccontare tramite tappe la vita di un imprenditore di successo, e così via.

Un esempio di timeline famosa è la celebre infografica sulla vita di Elon Musk di fundersandfounders.com.

infografiche di successo vita elon musk

In definitiva se vuoi creare un’infografica che venga apprezzata molto e condivisa dai tuoi lettori, devi assicurarti che stai raccontando una storia, quindi accertarti di inserire un inizio, uno svolgimento ed una fine.

Seleziona con cura uno o al massimo due font a seconda che tu voglia dare un taglio creativo oppure più formale e professionale allo storytelling.

Così anche per quanto riguarda il discorso cromatico: usa al massimo due colori principali, possibilmente inerenti al tema specifico dell’infografica.

Se ad esempio si tratta di informazioni legate al settore dell’ecosostenibilità, utilizza colori quali verde, giallo e arancione, tipici della natura.

Ultimo, ma non per importanza, sintetizza i dati ed inserisci poche informazioni fondamentali.

Non fare confusione, aggiungendo quantità eccessive di testo. Più semplice è l’infografica, più efficace sarà il suo storytelling.

E più le persone saranno propense a condividere tali informazioni con i propri contatti sui social, dando possibilmente vita ad un effetto virale.

E questo spesso accade sul serio.

 

Creare infografiche di successo: conclusioni

Esistono alcune considerazioni fondamentali per poter creare delle infografiche di successo che possano posizionare il tuo brand ed attrarre, allo stesso tempo nuovi visitatori al tuo sito web.

Ricordati quindi di:

  • prenderti il giusto tempo per raccogliere dati interessanti da fonti autorevoli
  • studiare il tuo pubblico in modo tale da “parlare" la stessa lingua
  • definisci l’obiettivo principale dell'infografica
  • scegli il layout più adatto per la situazione
  • non presentare dati scollegati uno con l’altro, ma racconta una storia
  • usa font e colori idonei per il settore di riferimento
  • mantieni la grafica pulita ed ordinata per non creare confusione

Se seguirai questi accorgimenti, avrai ottime possibilità di creare infografiche di successo che verranno condivise dai tuoi lettori sui loro profili social, portando altri visitatori sulla piattaforma del tuo prodotto digitale.

Commenti

commenti

Gerardo Forliano

Leave a reply