open innovability

Creare valore collaborando. Fabio Tentori, Head of Enel Innovation Hubs racconta l'Open Innovability

La digital collaboration è l'unico modo che ti permette di interagire costantemente e velocemente in modo agile all'interno ed all'esterno di un'organizzazione. Questo è quanto afferma Fabio Tentori Head of Enel Innovation Hubs.

Una riflessione che viene ben spiegata nell'intervista che ho avuto modo di fare a Fabio, in occasione del talk che terrà al Web Marketing Festival 2018 nella sala Open Innovation.

Innovazione, sostenibilità, collaborazione e networking: sono questi i 4 pilastri dell'approccio disruptive adottato da Enel per cambiare le modalità con cui l'azienda innova e si confronta con il mondo esterno, tra cui quello delle startup.

Creare valore grazie alla collaborazione e all'Open Innovability

La parola a Fabio Tentori, Head of Enel Innovation Hubs

Q. Ciao Fabio, sarai relatore al Web Marketing Festival 2018 nella sala Open Innovation. Come mai la scelta di partecipare come speaker e di cosa parlerai al tuo pubblico?

A. Il Web Marketing Festival è tra i più importanti eventi sull'innovazione digitale in Italia e in Europa, e la nuova sezione dedicata all'Open Innovation è una vetrina importantissima per Enel per poter spiegare cos'è l’Open Innovability (Open Innovation + Sustainability) e come il Gruppo collabora attivamente con startup Italiane e straniere per implementare nuove tecnologie e modelli di business, anche in ambito digitale.

Q. Enel ha portato l’Italia tra i vincitori del Business Model Transformation Award a San Francisco, premio importantissimo nel settore. Qual è la strategia di Open Innovation che vi ha permesso di vincere?

A. Da ormai quasi 4 anni l’open innovation è uno dei pilastri strategici del Gruppo. Abbiamo creato un’organizzazione strutturata per valutare ed implementare iniziative di innovazione in tutte le linee di business. Diciamo che da noi l’innovazione è "pervasive", ed è davvero ormai dappertutto in azienda.

Importantissimo anche il cambiamento culturale implementato a tutti i livelli e per tutte le risorse. Sono i nostri colleghi che ci chiedono di cercare sempre nuove opportunità di collaborazione, perché hanno realizzato quanto più veloce ed efficace sia, creare qualcosa collaborando con aziende e persone al di fuori del Gruppo.

Il vostro motto è "creare valore collaborando".

Q. In Italia siamo veramente pronti secondo te alla digital collaboration? Nella mia esperienza mi sono capitate grandi realtà che ancora non riescono a superare il limite della staticità e dei compartimenti stagni. Che ne pensi?

A. Quando apri l’azienda a collaborare con Università, centri di ricerca, grandi player e soprattutto PMI e startup, è necessario farlo in modo digital. Devi permettere a tutti gli esterni ed ai tuoi dipendenti di interagire costantemente e velocemente tra di loro in modo agile e l’unico modo per farlo è la digital collaboration.

Con questa modalità di lavoro si può promuovere e valorizzare il contributo di tutti in azienda, in base alle loro conoscenze e alle loro esperienze. Da noi i compartimenti stagni sono penalizzati perché non portano valore; in Enel l’HR è la prima funzione aziendale a promuovere l’innovazione digitale.

Q. Parlando di digitalizzazione, quanto influisce secondo te l’innovazione digitale nel successo di un business?

A. Il grande successo delle aziende "digitali" negli ultimi anni è la dimostrazione che l’innovazione digitale è fondamentale per ogni azienda.

Le imprese digitali sono più veloci e agili nel cambiare pelle per cogliere le nuove opportunità del mercato, basta vedere Amazon, Google, Facebook e tante altre.

I dati alla base sono la nuova vera fonte di valore, e anche Enel si sta trasformando in un’azienda digitale con circa 5 miliardi di euro di investimenti in digitalizzazione, previsti a piano nei prossimi 3 anni.

Q. Parlami di Open Innovability, di cosa si tratta?

A. Crediamo che l’innovazione nelle tecnologie e nei modelli di business debba sempre essere accompagnata dalla sostenibilità degli stessi nel lungo periodo, per poter creare valore sostenibile per tutti: per l’azienda, per i suoi clienti e per la società in generale.

Innovability è l’unione di Innovation e Sustainability, i due pilastri che sorreggono la strategia di successo dell’azienda del futuro.

Commenti

commenti

Sara Duranti

Leave a reply