data scientist

Professione Data Scientist: cosa fa e come diventarlo

Siete affascinati dai numeri, dai dati e vi piacerebbe mettere in pratica questa vostra passione anche nel lavoro? Esiste per voi la professione perfetta: quella del data scientist!

Forse non sapete ancora bene di cosa si tratta, e anche se state vagliando la possibilità di iscrivervi ad un master in data science, non siete ancora sicuri di voler proseguire lungo questa strada piena di numeri da interpretare.

Per chiarirvi le idee, abbiamo stilato una "mini guida" per parlare un po' di quelle che sono le competenze da possedere per intraprendere la professione, sino ad illustrare i percorsi che potrete seguire per specializzarvi.

Prima di capire come diventare un data scientist, sarà bene comprendere quale ruolo ricopre questa figura in un’azienda e di cosa si occupa.

Che cosa fa il data scientist?

Essenzialmente, si può dire che un data scientist è un esperto capace di estrapolare insight, analisi e report da quelle che sono grandi quantità di dati, ordinati e non ordinati. Figura sempre più ricercata dalle aziende, ha competenze trasversali con cui estrapola valore di business dalle analisi di dati. Ha lo scopo di aiutare un’impresa a capire la direzione da prendere o che sta prendendo, ma anche comprendere come raggiungere alcuni particolari obiettivi aziendali.

La sua attività è di grande aiuto oggi, in quanto le organizzazioni si affidano sempre di più a big data, tecnologie cloud e machine learning per le loro strategie.

Il data scientist oltre a saper leggere ed interpretare i dati, ha un compito ancora più importante: tradurre i dati in obiettivi aziendali e in informazioni comprensibili anche a chi non è del mestiere e quindi da tutte le figure aziendali e stakeholder coinvolti. Avvalendosi di software specifici riesce a “ridurre” quelli che sono dati complessi per garantirne la comprensione da parte di tutti i reparti aziendali.

Le competenze del data scientist

A questo punto è facilmente intuibile che un data scientist non potrà mai “inventare” il proprio lavoro, ma un aspirante tale avrà bisogno di una preparazione specifica per iniziare con la professione. Questo perché dovrà avere capacità analitiche legate sia all'utilizzo di software sia a quello che sarà il settore del business. Tale preparazione potrà derivare da un percorso universitario dedicato, ma anche da corsi e master post - laurea.

Quindi, come diventare data scientist?

Come abbiamo visto la professione di data scientist deve avere un approccio multidisciplinare e saranno diverse anche le strade che si potranno percorrere per diventare un esperto di dati:

  • La prima è costituita dalla laurea specialistica, consigliata dopo aver conseguito i percorsi triennali in informatica, in matematica oppure in statistica.
  • La seconda sono i master a distanza. Non tutti hanno la possibilità di seguire dei corsi in aula e proprio per questo esistono soluzioni da remoto per aiutare chi ha problemi a sostenere trasferimenti o pendolarismo e sono proprio alcune Università a dare questa opportunità grazie alle lezioni video ed al tutoraggio.

Qualunque sia il percorso che sceglierete vi consentirà di apprendere tutti i concetti necessari per presentarvi come data scientist presso le tante aziende che hanno bisogno di questo tipo di figure. Big dataprocessi di analisi, business knowledge, saranno questi i principali argomenti che accompagneranno il percorso verso l'obiettivo, non mancherà la comunicazione molto cambiata rispetto al passato.

 

In questo articolo è presente link promozionale.

Commenti

commenti

Spremute Digitali

Leave a reply