digital PR e influencer marketing

Digital PR ed influencer marketing: valore aggiunto per l’azienda

Il tempo stringe. Hai già scelto cosa seguire nel programma dei DIDAYS 2019? È arrivato il momento di farti conoscere gli speaker da non perdere.

Almeno un mese prima cerco di farmi un'idea sugli speaker e sugli interventi da seguire, così arrivo a Milano con le idee chiare.

Sai, l'esperienza insegna: la prima volta che ho partecipato (il Mashable Social Media Day del 2016) ero un po' allo sbaraglio; avevo visto il programma un miliardo di volte, ma non avevo creato un'agenda degli speech da seguire. Arrivai allo IED di Milano (allora sede dei Mashable Social Media Day, oggi diventati DIDAYS) senza essermi informata sulle persone che mi sarei trovata davanti.

Quando si decide di partecipare a questi momenti di formazione live è molto importante sapere quali speech seguire e soprattutto informarsi sui partecipanti, le persone con cui interagire e fare networking per sfruttare al massimo le potenzialità che un evento dal vivo offre.

Iniziamo con Luca Rallo.

Luca, che conoscerai tra qualche riga, sarà nella sala 2 il primo giorno dei Digital Innovation Days con un talk sulle digital PR e influencer marketing per gli eventi.


Un’occasione da non perdere...

Con il codice sconto DIDyou30 al momento dell’acquisto potrai avere uno sconto speciale. Partecipa ai DIDAYS 2019!


Digital PR e Influencer Marketing per gli eventi

Il Digital PR Strategist è il lavoro del futuro che è sempre esistito.

Inizia così la presentazione del talk di Luca Rallo. Un intervento in cui potrai approfondire come si comunica oggi grazie all'analisi di una case study di successo.

Un viaggio tra uscite stampa sui media tradizionali e pubblicazioni sui media digitali per conoscere quanto sono importanti le digital PR, l’influencer marketing e il social media management oggi per le aziende per avere successo e raggiungere gli obiettivi prefissati.

La parola a Luca Rallo: digital PR e influencer marketing, il valore aggiunto per le aziende di oggi

Q. Ciao Luca e benvenuto su Spremute Digitali. Iniziamo con le presentazioni: chi è e chi non è Luca Rallo 🙂

Luca RalloA. Bellissima domanda. Luca non è un influencer, Luca è un giornalista (da quasi 20 anni), un appassionato di comunicazione (da sempre) e di tecnologia, che ha sempre cercato di unire i pezzi di un puzzle, ancora in via di definizione.

Sicuramente non sono un influencer, preferisco definirmi un content creator che, partendo da Twitter, ha iniziato un percorso di personal branding in maniera quasi casuale.

Ho sempre avuto la passione della scrittura e, anni fa, ho iniziato a raccontare gli eventi che seguivo dal vivo o in streaming. Adesso è una delle attività che svolgo con più piacere, condividendo con la mia community, sempre in espansione.

Sono anche un docente ed amo formare ragazzi che vogliono entrare a far parte di questo mondo.

Q. Domanda sulla professione: cosa sono le digital PR? Potrebbe sembrar scontata, ma sono certa che Luca sei d’accordo con me, che in molti non hanno ancora capito cosa sia un Digital PR Strategist.

A. Ricordo ancora il momento nel quale ho capito di essere un Digital PR Strategist. Fu Federico Sbandi ad aprirmi gli occhi.

Si tratta di una particolare professione, il lavoro del futuro che è sempre esistito.

Le Digital PR sono le pubbliche relazioni al tempo del digitale, ovvero uno strumento prezioso per migliorare la diffusione di messaggi corretti e positivi creati per e da un brand, portando attenzione ai suoi prodotti o presentando a nuovi clienti i suoi servizi, posizionandolo quindi sul web.

Attraverso le relazioni personali e il passaparola, riescono a rendere un contenuto virale, migliorano le comunicazioni e cercano di raggiungere un pubblico più ampio, aumentando la portata di un messaggio.

Un Digital PR Strategist gestisce la fitta rete di rapporti tra blogger, giornalisti, influencer, VIP, brand, agenzie di comunicazione e pubblico; ovvero tutti gli attori in campo durante una campagna di Influencer Marketing.

Q. Quanto è importante una figura come la tua per un’azienda e perché è indispensabile avviare attività di digital PR?

A. In questo momento, non esiste un settore per il quale le Digital PR e l’influencer marketing possa ritenersi inutile. Ovvio che è necessario esaminare bene tutti i fattori prima di mettere in piedi un progetto. Dall'inaugurazione di un locale, al lancio di un sito web, dalla presentazione di un libro, all'anteprima di un film o un evento sportivo, di formazione o di intrattenimento e anche televisivo.

Fondamentale è stabilire quali sono le chiavi di lettura in termini di risultato, e ovviamente quali gli influencer giusti (e veri) da coinvolgere, per non vanificare letteralmente una reale opportunità: quella di lasciare ad un esterno la possibilità di raccontare l’azienda o un evento, con occhi assolutamente super partes ed una community alla quale rivolgersi, più o meno in target, a seconda degli obiettivi.

Q. Veniamo al sodo, promozione di un evento: come organizzarsi per il pre-evento, live e post-evento per non cadere in errori e trappole del mestiere.

A. Pianificare, lavorare sui dettagli, selezionare le persone giuste, fidate, con le quali hai già lavorato in passato.

Professionisti del settore, i migliori sulla piazza, perché la qualità è fondamentale. Non lasciare mai nulla al caso, avere sempre tutto sotto controllo e mantenere la calma, gestendo tutto con il sorriso sulle labbra. Necessario sempre stabilire un piano B per ogni attività, in modo da essere coperti.

Questi sono sicuramente i primi passi. Poi, ovviamente, viverli. Girare, conoscere, partecipare. Ho vissuto decine di eventi, non mi stanco mai di scoprirne uno nuovo o, magari, organizzarlo.

I social media sono sicuramente una grandissima opportunità per promuovere un evento, raccontarlo live e non solo, poiché un grande vantaggio delle Digital PR è quello di far uscire pubblicazioni su portali, blog, riviste online, oltre a giornali, riviste, radio, tv e media tradizionali.

Online e offline si mixano perfettamente raggiungendo sempre il miglior risultato possibile.

Grazie Luca per la disponibilità. Ci vediamo a Milano per i DIDAYS 2019!

E tu ci sarai?

Dai uno sguardo al programma 😉

Commenti

commenti

Sara Duranti

Leave a reply