Glickon startup e gamification

Trovare il candidato o il lavoro ideale giocando. Startup e gamification!

Non ci crederai, ma ti assicuro che attualmente è possibile cercare collaboratori o offerte di lavoro, divertendosi. Proprio così, non so se hai presente, ma nel mondo del marketing ultimamente si sente parlare molto del binomio startup - gamification e di come utilizzare il gioco in contesti che non lo prevedono, semplificando molteplici attività.

Come è possibile trovare il collaboratore ideale o il lavoro perfetto, giocando?

La risposta arriva dall'idea di una startup milanese che si occupa di recruiting: utilizzare la gamification in un ambiente dove il gioco non era fino ad ora mai entrato, creando una piattaforma per cercare lavoro o trovare candidati che permette ai selezionatori di verificare in maniera veloce e chiara le competenze in fase di ricerca. E ai candidati offre la possibilità di partecipare ad una vera e propria community di professionisti, mettendo alla prova le loro competenze come in un gioco e trovare lavoro in maniera efficace e divertente allo stesso tempo.

Questa piattaforma dedicata alla valutazione delle competenze, utile sia per candidati che per selezionatori, si chiama Glickon.

Glickon permette di:

  • Valutare il livello di un candidato in meno di 15 domande e un lasso di tempo di 3 minuti con l'esperienza del gaming. Le aziende possono ricevere in risposta ai loro annunci una lista di candidati, risparmiando tempo e risorse ed aumentando l’efficacia delle loro ricerche.
  • Valorizzare le competenze e gli interessi dei candidati iscritti e dare l'opportunità di distinguersi e trovare così una buona opportunità di lavoro.

Ma lasciamocelo raccontare bene da Filippo Negri, uno dei founder di questa startup, come ci si diverte con Glickon 😉

Q. Ciao Filippo! Ben trovato 😉 Inizia con il raccontarci la vostra storia...  Perché è nata Glickon e come funziona?

A. Glickon nasce come idea negli Stati Uniti, ma ha preso forma a Milano nel 2014. È nata per rivoluzionare il modo in cui i candidati, i più giovani in particolare, cercano lavoro.

Nella maggior parte dei casi i processi di candidatura sono frustranti, lunghi, noiosi e troppo spesso come esito si riceve una email automatica di “in bocca al lupo!” da parte delle aziende che probabilmente non hanno mai guardato i CV.

Noi abbiamo immaginato un luogo dove chiunque possa mettersi alla prova attraverso un gioco, mostrare le sue competenze, raccontare qualcosa di sé ed essere messo in contatto con il lavoro o l’azienda ideale per lui. Da una parte quindi ogni candidato è invitato a costruire il suo CV attraverso un trivia game sfidando altri amici o utenti, dall'altra le aziende possono contattare i migliori candidati guardando le loro competenze “certificate”.

 

Q. Cosa rappresenta Glickon per le aziende, dato che la piattaforma gestisce attività di recruiting, compresa la promozione?

A. Glickon permette alle aziende di rafforzare il proprio employer brand, di presentarsi come un potenziale employer attrattivo e di ingaggiarli in un gioco per inviare la loro candidatura. Da una parte quindi la candidate experience è positiva, i candidati si divertono, usano bene il loro tempo, imparano qualcosa e capiscono velocemente i loro punti di forza e debolezza. Dall'altra, le aziende risparmiano tempo e denaro nel loro processo di scrematura dei CV e guardando alle informazioni emerse nel gioco trovano più facilmente il candidato ideale.

 

Q. E i candidati come percepiscono la possibilità di trovare lavoro “giocando” con Glickon, mostrando competenze, divertendosi?

A. Il gioco è ormai un’attività naturale per molti di noi. Oggi più di 700 milioni di persone gioca online, molte di loro per più di un’ora al giorno. Quando un ragazzo arriva a 21 anni in media ha passato più ore a giocare online che in classe. Non c’è quindi bisogno di spiegare ai ragazzi che cos'è il gioco, per loro è un’esperienza naturale.

Finalmente hanno la possibilità di fare un gioco “utile” che possa farli divertire ed allo stesso tempo avvicinarli al lavoro.

 

Q. È possibile utilizzare Glickon solo per employer branding e recruiting?

A. Nell'ultimo anno diverse aziende ci hanno chiesto di utilizzare la nostra piattaforma e la gamification per valutare i propri dipendenti, molto spesso per valutare le loro competenze digitali. È uno strumento di comunicazione interna e di valutazione straordinariamente semplice e quindi efficace.

 

Q. Quindi come si può giocare su Glickon? Hai un esempio pratico da farci, di qualche azienda che utilizza la piattaforma?

A. Su Glickon è possibile giocare su circa 200 argomenti, divisi in categorie di competenze ed interessi. Tutti i quiz sono a risposta multipla e la sfida avviene "uno contro uno" in tempo reale; il giocatore che risponde più velocemente ad un numero più alto di domande vince la sfida.

Inoltre è possibile giocare rispondendo alle domande che le aziende hanno costruito per cercare talenti. Per esempio è possibile iniziare una carriera nel digital candidandosi per GroupM, la più grande società di investimento media al mondo, o candidarsi per aziende come Piaggio e Banca Mediolanum.

Molte aziende presenti su Glickon cercano informatici o professionisti IT, ma ci sono anche studi legali. Infine anche ai Career Day in università è possibile "sfidare" le aziende con Glickon come è successo quest'anno con EY ed altre aziende. Più si gioca su Glickon, maggiori sono le opportunità di entrare in contatto con offerte di lavoro in linea con le proprie caratteristiche.

 

Insomma sei pronto a giocare? 🙂

 

Grazie a Filippo Negri per avermi concesso questa interessante chiacchierata e per aver condiviso con i lettori di Spremute Digitali la storia di Glickon, la startup che ha reso diversa la ricerca di candidati e del lavoro, trasformando queste attività in qualcosa di divertente e piacevole come il gioco.

E quindi si, anche giocando è possibile trovare il lavoro tanto desiderato o il talento da accogliere in squadra 😉

 


Hai una Startup e vorresti far parte anche tu della rubrica di Spremute Digitali "La Parola alle Startup"?

Se quello che fai è veramente innovativo, contattami all'indirizzo sara.duranti@seedble.com o su info@spremutedigitali.com 😉


 

SEOcms 4/5 Maggio Bologna 2017

Commenti

commenti

Sara Duranti

Leave a reply