intelligenza artificiale olandese

L’Intelligenza Artificiale: l’approccio olandese

"L'Intelligenza Artificiale (AI) rivoluzionerà il mondo come tecnologia chiave, proprio come la rivoluzione industriale ha fatto nel XVIII e XIX secolo.

Cinque anni fa era inconcepibile che l'AI potesse fare diagnosi più affidabili di un medico specialista. Era anche inconcepibile che l'AI ci conoscesse meglio del nostro partner, guardando solo ai Like su Facebook.

Allo stesso modo, è difficile prevedere cosa significherà l'intelligenza artificiale per noi in cinque, dieci o quindici anni. Sundar Pichai, amministratore delegato di Google, ha detto: "AI è una delle questioni più importanti per l'umanità e avrà un impatto maggiore rispetto all'elettricità." [1]

Così inizia il report dell’AINED, la rete avviata dal governo olandese con l’obiettivo di fornire una risposta alla domanda: cosa dovrebbe fare l’Olanda nel campo dell'intelligenza artificiale?

In questo articolo fornisco una panoramica sul modo in cui proprio l’Olanda cerca di organizzarsi. L'azione è necessaria perché l'intelligenza artificiale ha un carattere generale, in modo che l'aumento di questa tecnologia influenzi l'intera economia.

Ad esempio, l'86% delle aziende si aspetta che l'influenza aviaria abbia un impatto importante sul proprio settore [2]. Questo effetto si rifletterà poi in una maggiore produttività e un uso più efficiente delle nostre risorse.

La ricerca sottolinea questo: i pionieri nell'intelligenza artificiale hanno margini di profitto superiori fino al 15% rispetto ai loro concorrenti [3]. Raggiungere questi effetti contribuisce a migliorare la posizione competitiva delle aziende.

Le stime sull'impatto dell'intelligenza artificiale nel mondo vanno da 105 miliardi a 16 trilioni.


Leggi anche Artificial Intelligence. Perché adesso?


L'intelligenza artificiale in Olanda

AINED è una collaborazione tra il governo, le istituzioni di ricerca e la comunità imprenditoriale, una classica coalizione olandese.

Questo tipo di collaborazione Triple Helix in precedenza è stata applicata anche nel contesto della blockchain con la Dutch Blockchain Coalition.

Le conclusioni di AINED sullo stato dell'AI nei Paesi Bassi sono cautamente negative. Nel mondo degli affari, il potenziale è visto dalla tecnologia, ma è necessaria un'accelerazione. Le istituzioni educative osservano un crescente interesse per l'intelligenza artificiale tra i loro studenti, ma le loro capacità non sono adeguate a questa crescita.

Gli istituti di ricerca olandesi forniscono da decenni lavori di alto livello, ma la produzione scientifica è in calo (dal 3% della produzione mondiale nel 2011 all'1% nel 2017). Il governo sta sperimentando l'AI su piccola scala, ma allo stesso tempo l'impatto dell'AI nel settore pubblico è ancora insufficientemente riconosciuto.

Quindi c'è molto da fare per portare i Paesi Bassi a un livello più alto. AINED ha fornito una proposta per una strategia nazionale, che ha i seguenti obiettivi:

  • I Paesi Bassi attraverso l'intelligenza artificiale hanno accesso ai talenti;
  • Possono avere accesso a preziosi dati pubblici;
  • Le aziende olandesi continuerebbero a crescere grazie l’AI;
  • Il governo olandese assume un ruolo di primo piano nel campo dell’Intelligenza artificiale;
  • Vengono sviluppate strutture sociali, economiche ed etiche per l’AI;
  • I Paesi Bassi organizzano una collaborazione pubblico-privata;
  • I Paesi Bassi lanciano un centro di ricerca eccellente.

Dopo la pubblicazione del report di AINED, diversi gruppi di lavoro hanno iniziato a sviluppare una visione, una strategia e un piano d'azione per ogni tema.

Ad esempio, il comune de L'Aia, città che ospita molte organizzazioni (internazionali) di sicurezza, ha un ruolo da protagonista in questo ambito. Ha così avviato uno studio su AI e sicurezza e si sta lavorando ad un programma di gestione per il tema. I progetti promettenti vengono sostenuti attraverso piccoli investimenti e hackathon.

Nel contesto dell'assistenza sanitaria The Future Embassy e in particolare Mirco Rossi, ha un ruolo da protagonista. Collaborando con esperti del settore ha iniziato a scrivere un'ebook sull'Intelligenza Artificiale in questo ambito. Contemporaneamente sta creando una panoramica delle attuali applicazioni dell'AI nell'assistenza sanitaria.

Inoltre, vengono avviati progetti pilota del settore e - come step finale - sarà avviata l’AI & Health Coalition.

I progressi dei Paesi Bassi nel campo dell'Intelligenza Artificiale

I Paesi Bassi hanno iniziato ad organizzarsi meglio nel campo dell'Artificial Intelligence. Ed è necessario. AINED sottolinea giustamente che, contrariamente ai normali effetti di apprendimento, il vantaggio competitivo di un avvio precoce dell'AI non "svanisce".

La proprietà di un sistema di intelligenza artificiale addestrato (vale a dire la combinazione di algoritmi e in particolare i dati di training utilizzati) può rimanere completamente con lo sviluppatore.

Con l'intelligenza artificiale, l'azienda può mantenere tutti i dati e gli algoritmi addestrati da loro stessi.

La combinazione unica di questi due crea il vantaggio competitivo che può essere sfruttato. Questo vantaggio diventa più grande, invece che più piccolo, perché l'algoritmo sarà sempre più performante e sempre più utilizzato.

Non possiamo aspettare, è arrivato il tempo di agire!

 

Se la tua organizzazione vuole comprendere da vicino i possibili ambiti di applicazione dell’intelligenza artificiale e avviare dei progetti sperimentali, può lanciare un Emerging Technology Program (ETP), il percorso di 60 giorni ideato da Seedble per proiettare le aziende verso il futuro e avvicinarle alle tecnologie dirompenti. Consulta la pagina dedicata e richiedi il tuo ETP.

 

[1] Strategia AINED, Ottobre 2018.

[2] Tractica, Artificial Intelligence Market Forecasts, 2018

[3]  PwC, dimensionamento del prezzo, qual è il valore reale dell'IA per il tuo business e come capitalizzare?, Febbraio 2018

Commenti

commenti

Lukas Hartog

Leave a reply