intervista samuel lo gioco

Smart Working Day Tour: per l'ultima tappa la Parola a Samuel Lo Gioco

Catania, 29 Novembre 2017: Parte l'ultima tappa dell'anno dello Smart Working Day Tour, viaggio che dà l'opportunità alle città italiane, di scoprire ed approfondire lo Smart Working e le nuove modalità lavorative che sono subentrate nella nostra vita, grazie alla tecnologia e al cambiamento di cultura organizzativa.

Nel corso di questo viaggio ti ho fatto conoscere uno ad uno i relatori, che regalano ogni volta dei talk veramente interessanti, condividendo innovazione e futuro:

  • Andrea Solimene di Seedble (puoi leggere l'intervista qui), anche qui in Vulcanìc (l'incubatore dove si svolgerà lo #SWD17), parlerà di Smart Working sollevando un dubbio nel'intervento "Smart Working: Lusso o sopravvivenza?"; che cercherà poi di chiarire con degli esempi, case studies e nozioni pratiche ed utili;
  • Giovanni Battista Pozza di Be Happy Remotely (puoi leggere l'intervista qui), nomade digitale per eccellenza, metterà il pubblico di fronte ad un quesito "Come essere un team collaborativo e produttivo da remoto?" con tips molto interessanti, esposti in un talk divertente ed'impatto;
  • L'avvocato Sergio Alberto Codella di Boursier Niutta & Partners (puoi leggere l'intervista qui), che tratterà l'argomento spinoso delle nuove regole per lo Smart Working, sollevando tematiche come il GDPR, approfondendo i cambiamenti introdotti dalla Legge 22 Maggio 2017, n. 81 nell'intervento dal titolo "Nuove regole per lo Smart Working: un punto di svolta?".

Oggi potrai leggere l'intervista a Samuel Lo Gioco, formatore e Managing Director di Inside Factory, ideatore dello Smart Working Day Tour e relatore dell'evento con un talk dal titolo "Smart Worker: come vincere la produttività con i giusti alleati, contro i principali nemici".
Samuel parlerà di risultati tangibili che, aziende o professionisti, potranno riscontrare applicando lo Smart Working.
Nell'era dell’Industria 4.0 e della Digital Transformation, è fondamentale applicare un nuovo modello di lavoro dinamico.

Lascio la parola a Samuel Lo Gioco. Buona lettura!


Leggi anche L’azienda 4.0 inizia dalla formazione dei talenti


Smart Working Day Tour team

Smart Working Day Tour: La Parola a Samuel Lo Gioco

Samuel Lo GiocoQ. Ciao Samuel, grazie per avermi dedicato un po’ del tuo tempo. Lo Smart Working Day Tour è agli sgoccioli. Domani l'ultima tappa a Catania in Vulcanìc. Raccontaci un po’ di questa esperienza e
di come l’hai vissuta insieme al tuo team Inside Factory.
A. Ciao Sara. Come ogni esperienza che abbiamo vissuto noi di Inside Factory, anche questa è stata entusiasmante. Ma la cosa più bella è che sotto l'unico brand Smart Working Day, abbiamo potuto condividere questa emozione non da soli.

I ragazzi di Seedble, Giovanni Pozza, l'Avv. Sergio Codella, i ragazzi di eFM, tutti gli ospiti dei Salotti LIVE e tutti gli sponsor che hanno creduto al progetto... Con tanta naturalezza, siamo stati travolti dalle stesse sensazioni; emozioni rese virali anche con tutti i suoi partecipanti.

Q. Se dovessi fare un bilancio dello Smart Working Day Tour, quale sarebbe?
A. Non so spiegarti come, ma, senza rendercene conto, siamo stati capaci di creare il più grande evento itinerante sul tema "lavoro agile".

Come è successo? Non saprei risponderti.

Forse, come spesso succede, sono una serie di coincidenze e punti semplici (la semplicità premia sempre), che fanno nascere qualcosa di buono, come: il giusto abbinamento tra gli organizzatori e relatori, i contenuti che - diversi tra loro, ma sotto lo stesso centro tematici - hanno suscitato un grande interesse, ma sicuramente un valore che ha inciso molto nel suo successo, è stata la capacità di condividere con tutti i partecipanti un tema di interesse con tanto entusiasmo.

Poi, a dare il tocco finale, sono stati gli ingredienti come il sorriso, il coinvolgimento e la voglia di fare networking.

Q. Domani sarà la volta di #SWD17 a Catania, ultima tappa del tour 2017. Cosa ci aspetta e di cosa ci parlerai?
A. Prima di tutto ci aspettano ben oltre 100 iscritti! Un numero veramente importante considerando il tema dell'evento, così verticale, e il territorio.

Nell'ultimo briefing siamo rimasti impressionati vedendo questi numeri, una gioia immensa. Sicuramente da parte nostra ci sarà come sempre il massimo impegno e tanto entusiasmo.

Novità è che questa volta, il nostro inviato speciale Giovanni Battista Pozza, siamo riusciti a recuperarlo dalla foresta in Costa Rica, da dove teneva il suo workshop, per riportarlo LIVE al pubblico dello Smart Working Day di Catania 🙂

Oltre a lui avremo come ospiti del Salotto LIVE un altro "nomade" professionista ed esperto di Remote Working, parlo di Alberto Mattei dei Nomadi Digitali (la più grande community di professionisti liberi). Insomma, tante novità interessanti per un pubblico altrettanto interessante.

Q. Smart Working Day Tour 2018. Quali sono le aspettative per il nuovo anno? Hai già in serbo qualche chicca da pre-annunciarci?
A. In realtà, con tutta franchezza, ancora dobbiamo raccogliere le idea e ascoltare anche i suggerimenti forniti dalle 770 persone iscritte. Coglieremo l'occasione, con l'ultima tappa del 2017, per un briefing collettivo nell'affascinante città di Catania.

Naturalmente ci sono punti cardinali certi, tipo: le prossime tappe nel 2018 (con Torino, Firenze e Milano), un cambio molto importate a cui stiamo lavorando, sarà la modalità degli speech per offrire una maggiore interattività con il pubblico e con contenuti sempre più interessanti.

 

Ringrazio veramente tanto Samuel per l'intervista.
Oltre a darti l'appuntamento a domani con lo Smart Working Day Catania, ti lascio con il video de Il Denaro.it agli organizzatori ed ospiti 😉

Se vuoi conoscere Vulcanìc, la location di Catania visita la pagina Facebook 😉

 

Commenti

commenti

Sara Duranti

Leave a reply