Smart Working Lavoro Agile The Smart Working Book

Presentato il libro di Seedble "The Smart Working Book"!

Il 24 giugno alle ore 19 presso la sede del Business Accelerator Seedble è stato presentato “The Smart Working Book”, testimonianza su un nuovo approccio alla vita lavorativa.

Smart working e Lavoro Agile sono, come riportato anche sul sito thesmartworkingbook.com, tra le parole più discusse  nel mondo business 2015. Il concetto di smart working concepisce il singolo worker (non inteso più lavoratore), come punto focale dell’organizzazione. Tale approccio fa si che egli sia più responsabile e autonomo, più sereno in modo da poter migliorare il suo equilibrio tra vita privata e professionale (work-life balance). Il tutto è riconducibile in una maggiore efficacia lavorativa e in una valorizzazione delle attività svolte, intese come le basi dell’organizzazione moderna.

Sinteticamente lo smart working può essere esplicitato in tre parole: Behaviours, Bytes e Bricks. L’unione delle tre B permette di realizzare pienamente il concetto smart working e quindi di agire sui diversi ambiti di lavoro aziendale: cultura aziendale, gestione moderna, collaborazione digitale, ufficio come punto d’incontro.

A dare il benvenuto alla presentazione è stato uno dei tre autori del libro Koen Lukas Hartog, Digital strategist & advisor  e CNO di Seedble con oltre 7 anni di esperienza in ambito smart working e social media. Ha introdotto il tema della serata e spiegato come è nata l’idea di scrivere un libro sullo smart working che avesse come pubblico principale quello italiano.

articolo SWB

Ospite d’eccezione è stato Philip Vanhoutte, Sr Vice President della multinazionale Plantronics, autore della prefazione e principale promotore dell’idea di smart working nonchè autore del libro “The Smarter Working Manifesto”. Entusiasta di presentare il nuovo approccio lavorativo in un contesto italiano dove quest’ultimo risulta ancora nuovo, Vanhoutte ha sottolineato, in un piacevole e dettagliato intervento, la relazione che intercorre tra il worker e l’azienda, indipendentemente dal luogo di lavoro, soffermandosi sui tre principali asset dello smart working.

A seguire Andrea Solimene, Business strategist ed esperto di personal branding e CEO di Seedble con oltre sei anni di esperienza in ambito startup e comunicazione d’impresa, ha integrato l’introduzione illustrando l’importanza della fiducia e dell’utilizzo delle tecnologie collaborative e raccontando l’esperienza e i progetti seguiti da Seedble.

Ha concluso la presentazione Giovanni Tufani, Business Performance Manager e CFO di Seedble e imprenditore nel settore Ho.Re.Ca. con oltre 6 anni di esperienza in ambito finanziario e gestionale. Ha evidenziato gli aspetti economici strettamente connessi all’implementazione del concetto smart working in un’azienda: sin da subito sarà possibile usufruire dei vantaggi e dell’efficacia di questo nuovo approccio lavorativo, ma i benefici migliori si avranno solo con il tempo e con il cambiamento radicale della cultura lavorativa.

La serata si è conclusa con un momento di networking e aperitivo sulla terrazza della sede Seedble in cui gli ospiti si sono potuti confrontare con gli autori e gli altri esperti presenti sui temi connessi allo smart working.

Lo smart working rappresenta la base per creare l’organizzazione del futuro. E’ arrivato il momento di cambiare! L’era del lavoro agile è arrivata! Finalmente!

L’idea di smart working ti affascina? Sei cuorioso? Puoi scaricare il libro gratuitamente cliccando qui o seguire l’hashtag #theSWBook su Twitter.

Commenti

commenti

Valerio Lalli

Leave a reply