digital HR

Quali ruoli e competenze per il futuro degli HR?

Il mercato si sta muovendo sempre più velocemente. Le tecnologie stanno trasformando il nostro lavoro e quello delle nostre aziende. Le aspettative degli stakeholder sono sempre più articolate e complesse.

In questo scenario la funzione Risorse Umane, che nell'immaginario collettivo veniva associata alla Direzione del Personale e che si occupava della gestione delle risorse interne (formazione, sviluppo) e dei sistemi retributivi, oggi si trova a contatto con nuovi mondi.

Intelligenza artificiale, machine learning, blockchain, smart working, nomadismo digitale, digital trasformation, big data, analisi predittive, sono tecnologie ormai entrate a contatto con il digital HR, figura che utilizza – più o meno consapevolmente – strumenti che si appoggiano su nuovi linguaggi ed approcci.

In altre parole, a questa funzione se è vero che spettano ancora i suoi "compiti tradizionali", è ancor più vero che è richiesto un ripensamento di quei modelli consolidati che per anni hanno fatto parte delle nostre realtà aziendali, viste le grandi trasformazioni di uno scenario dominato da velocità e semplificazione.

Chi sono i Digital HR, le Risorse Umane del futuro, ormai presente?

Ai professionisti HR viene ormai chiesto di contribuire direttamente e proattivamente alla generazione di valore dell’azienda, di giocare un ruolo primario nei processi di trasformazione culturale e digitale e di aiutare a disegnare ed interpretare il futuro del lavoro ancora poco chiaro.

L’indagine «FutuHRe: quali ruoli e competenze per il futuro di HR», promossa dallo SHRM Global Forum Italy, parte del Chapter Italiano di SHRM (Society for Human Resource Management) si è fermata a riflettere proprio su questi aspetti.

In linea con il suo motto fondante (Advance HR in Italy), la ricerca aiuta la professione HR in Italia a trovare le chiavi di lettura per continuare ed elevarsi. Sono stati intervistati oltre 20 direttori HR e più di 300 professionisti hanno risposto ad un questionario sul web. Tra le parole chiave emerse: HR digital, HR analytics, HR transformation, impresa 4.0, HR agile, VUCA.

In sintesi, sono emersi con chiarezza anche in questa ricerca, una vera e propria rivoluzione, nuove aspettative, nuovi lavori e nuove competenze per il futuro di HR.

Si parla infatti di digitalizzazione dei servizi HR, di contribuzione diretta al business, di HR Marketing, di big data e, più in generale, di un ruolo che richiede ai professionisti di essere sempre più agenti di cambiamento, veloci, snelli e ibridi.

Mentre noi HR attendiamo di conoscere, anche grazie a ricerche come questa, quali possano essere le leve per stare al passo col mercato del lavoro e non risultare obsoleti, a mio avviso dovremmo cercare di perseguire il più possibile lo sviluppo della maturità digitale.

Prima di tutto personale e poi la diffusione nelle aziende.

Due libri per approfondire il futuro delle Risorse Umane e la figura del Digital HR

Per approfondire la figura del Digital HR, il primo libro che vogliamo consigliarti è quello di Alessandro Donadio, che abbiamo avuto modo di conoscere al #GalateoLinkedIn Manifesto. Si chiama "HRevolution" ed è dedicato a chiunque voglia capire quale sarà il futuro delle organizzazioni.

Alessandro nel suo libro parla di nuove leve HR, di socialorg e di quanto i paradigmi siano cambiati nel tempo. Oggi occorrono nuovi legami tra persone ed aziende, nuovi modi di vedere il luogo di lavoro, il modo di lavorare stesso e la formazione.

Il secondo testo è invece incentrato sul social recruiting. Il libro è Social Recruiter. Strategie e Strumenti Digitali per i Professionisti HR, di Anna Martini (Digital HR Manager & Personal Branding Strategist, Gruppo Lavorint) e Silvia Zanella (Global Digital Communication The Adecco Group) che abbiamo avuto modo di intervistare qualche tempo fa, grazie a Valeria Farina (puoi leggere l'intervista qui).

In questo libro si parla di come i social network e le piattaforme digitali impattino nei processi di recruiting e fa una panoramica sulla professione del Social Recruiter.

Commenti

commenti

Spremute Digitali

2 comments

Leave a reply