acquisti aziendali online

Carte prepagate virtuali: la soluzione per gli acquisti aziendali online

Inutile dire che gli acquisti online ci hanno decisamente svoltato la vita: basta davvero qualche click qua e là per comprare ciò che più si desidera.

Nel campo delle spese aziendali online, però, non è tutto così semplice e automatico poiché ogni acquisto necessita della costante supervisione del reparto amministrativo, che ha il compito di verificare la rendicontazione.

Siccome viviamo in un mondo in continuo cambiamento e che sente il bisogno di semplificare il più possibile, è stato ideato un metodo agevole anche in questo caso: l'utilizzo delle carte prepagate virtuali

Si tratta di uno strumento davvero utile nel campo della gestione degli acquisti online, in grado anche di offrire sicurezza al proprio conto corrente o alla propria carta prepagata (gli hacker e i virus sono sempre in agguato).

Il vantaggio di utilizzare carte prepagate virtuali per gli acquisti aziendali online

La carta virtuale presenta solamente dei dati indispensabili, ossia un numero di 16 cifre e il codice di controllo, che occorrono per abilitare i pagamenti dei prodotti che si vogliono comprare.

Questo sistema è corredato di tutto quello che serve per compiere acquisti online: un circuito di riferimento (MasterCard o Visa), un codice che la identifica (di 16 cifre), un intestatario, un saldo e un codice di sicurezza (o di controllo) di 3 cifre.

Una carta virtuale presenta le stesse identiche caratteristiche di una carta di credito classica, con la differenza (dato che ci sono solo i codici di riferimento) che può essere utilizzata solamente per acquisti online.


Leggi anche Amazon Business il negozio online a portata di pmi, startup e freelance


Questa carta viene emessa da moltissimi istituti di credito ed è da sottolineare che non serve necessariamente possedere una carta realmente esistente per poter utilizzare quella virtuale. Può essere collegata alla propria carta di normale utilizzo.

Le banche, in genere, forniscono due tipi di carte prepagate virtuali: le “usa e getta” o quelle “a durata”.

Come ti sarà facile intuire, mentre le prime presentano una validità limitata ad un unico utilizzo, per poi divenire estinte; le seconde avranno una durata stabilita da colui che ne entra in possesso, durata che partirà dal momento stesso in cui l'utente la genera o ne richiede l'emissione.

Vediamo un po' più da vicino i vantaggi che ci offrono le carte prepagate virtuali.

Inutile dire che ottenere una carta prepagata di questo tipo è quasi una sciocchezza: l'azienda che ha bisogno di fare acquisti online dovrà contattare il proprio istituto di credito e richiedere l'emissione della carta, potendola così utilizzare nell'immediato.

Sicuramente un vantaggio non da poco, visto che per avere in mano una carta tradizionale e utilizzarla per fare spese sono stimati in genere almeno 7 giorni lavorativi d'attesa.

Queste carte virtuali si preoccupano anche di quanto spendi evitandoti il timore di erogare più del dovuto grazie al sistema “limite di spesa”. Come funziona... Si carica semplicemente una somma prestabilita così da non incappare in brutte sorprese al momento del pagamento.

Ogni dipendente o collaboratore dell'azienda, inoltre, può avere la sua carta virtuale con il budget preselezionato dall'azienda stessa, così da offrire maggiore autonomia nel contesto dei pagamenti online, senza ulteriori vie intermediarie risparmiandoci molto tempo.

Questo sistema è decisamente conveniente non solo in termini di tempo, ma anche di costo: tali carte hanno prezzi molto minimi corrispondenti in genere alle commissioni di ricarica o ad un canone annuo.

Parrebbe una cornice perfetta per il quadro delle spese online aziendali, se non ci fosse un ma. Alcune banche possono presentare delle opzioni grazie alle quali si può sfuggire al controllo delle transazioni in tempo reale. Rischio non banale è che i dipendenti sfruttino questa soluzione come scappatoia per utilizzare la carta a fini non aziendali, ma personali.


Leggi anche La tua azienda non sarà mai paperless. Oppure si?


La soluzione c'è e si chiama Soldo

Con la carta prepagata Soldo i dipendenti o collaboratori possono utilizzare questo metodo di pagamento – appoggiandosi al circuito MasterCard – per tutte le spese legate all'ambito lavorativo: da quelle online a quelle di trasferta, dal pagamento di un panino al bar all'acquisto di un software.

Per far sì che le spese vengano gestite con ulteriore chiarezza, i dipendenti possono persino aggiungere foto di ricevute e scontrini (con l'opzione di aggiunta di commenti e tag) che identificano rapidamente la tipologia di spesa. Sicuramente un aiuto in più per l'amministrazione nel monitoraggio in tempo reale di ogni spesa, sapendo subito di che si tratta.

Nessuna preoccupazione se l'acquisto dovesse superare il budget presente sulla carta, perché con l'opzione Soldo l'invio del denaro è sia gratuito che immediato, lasciando così i dipendenti molto più autonomi e liberi di poter effettuare gli acquisti come meglio credono.

Inutile dire che questa tipologia di pagamento ha già lasciato soddisfatte moltissime aziende perché sa dove andare a mirare offrendo quindi il meglio, senza troppo dispendio di tempo e di denaro: si tratta di un vero e proprio prodotto smart a cui si sono affidate già più di 40.000 aziende, grandi e piccole.

Se stavi cercando un modo per semplificarti la vita nel campo degli acquisti aziendali, beh, lo hai decisamente trovato: provare per credere!


Potrebbe interessarti anche Retail Marketing: 5 + 1 consigli pratici per vendere di più


 

Commenti

commenti

Spremute Digitali

Leave a reply