Strategy, balance scoregard, enterprise

Strategy Map: un tool per disegnare e comunicare la tua strategia.

La ricerca della strategia vincente spinge manager e imprenditori a raccogliere in maniera affannosa tutte le informazioni sul business e sui competitors e combinarle con le caratteristiche aziendali. Ma tutto questo basta? Beh…. Direi solo in parte.

Vincere la competizione non significa soltanto formulare le migliori strategie ma anche implementarle e realizzarle nel migliore dei modi. Per farlo, c’è bisogno di coinvolgere tutti all’interno dell’azienda e condividere con loro obiettivi e piani strategici.

In azienda, e soprattutto in quelle imprenditoriali, però, solitamente questo non avviene. Manager e imprenditori si limitano a impartire ordini e ad assegnare compiti ai loro dipendenti senza condividere con loro il perché delle loro azioni e la loro importanza per i fini aziendali. Questo tipico approccio piramidale (top-down) insieme all’assenza di chiare e condivise informazioni è, spesso, la causa del fallimento delle migliori strategie.

Nell’era dell’informazione, si sente il bisogno di una maggiore comunicazione interna e condivisione. Perché allora non disegnare la strategia aziendale? O attraverso diagrammi evidenziare le interconnessioni tra i vari obiettivi?

A queste domande risponde lo Strategy Map, un tool introdotto da Kaplan e Norton attraverso una rivisitazione della loro più famosa Balance Scorecard. Attraverso lo strategy map è possibile rappresentare graficamente la strategia aziendale e come ogni singolo dipartimento e/o dipendente contribuisce attraverso lo svolgimento dei suoi compiti agli obiettivi finali. Derivando dalla Balance Scorecard, definisce 4 principali prospettive organizzative: finanziaria, clienti, processi interni e dipendenti. Per ognuna di queste, vengono individuati obiettivi a breve e a lungo termine, loro interconnessioni e le principali azioni da implementare per poterli raggiungere. Non ti voglio annoiare con la descrizione teorica dello strumento, ma ti consiglio di approfondirlo leggendo questo articolo scritto proprio da Kaplan e Norton sull'Harvard Business Review.

Ma come si costruisce una strategy map?

Si possono seguire due differenti strade:

  • Utilizzare un software ad hoc, come ad esempio SmartDraw;
  • Prendere carta e penna, e successivamente trasferire la mappa su un documento Word o PowerPoint.

Scegliendo la seconda opzione, ti consiglio di seguire questi 5 semplici step.

  1. Innanzitutto, nella parte alta del documento definisci con chiarezza la vision della tua azienda. Ti ricordo che la vision riflette come vorresti che la tua azienda sia e come vorresti posizionarla all’interno dell’ambiente competitivo.
  2. Poi, devi far affidamento al tuo estro creativo e prendere carta e penna per disegnare 4 rettangoli orizzontali (uno sopra l’altro) che rappresentino le 4 prospettive principali dello strategy map. Lo so non è difficile disegnare 4 rettangoli, ma conferirgli potenza visiva si.
  3. A questo punto, bisogna definire gli obiettivi a lungo termine (solitamente a tre anni) per ogni prospettiva e riportarli nella parte superiore di ogni rettangolo.
  4. Ora non ci resta che definire gli obiettivi a breve termine, cioè quelli da raggiungere solitamente nel corso dell’anno, e legarli a quelli a lungo termine. Questi sono inseriti in rettangoli più piccoli con sopra gli obiettivi a lungo termine.
  5. Una volta che tutti gli obiettivi sono graficamente sulla mappa, sarà possibile evidenziare attraverso semplici frecce le relazioni di causa ed effetto che legano i vari obiettivi.

balance scoregard, vision, enterprise

Fonte. IntraFocus

Per aumentare l’efficacia della mappa, solitamente si fa ricorso a personalizzazioni. Ad esempio, che ne dici di riportare i singoli obiettivi con colori differenti così da assegnarli ai differenti dipartimenti o dipendenti della tua azienda? In questo modo, ogni dipartimento/dipendente sa perfettamente quali obiettivi deve raggiungere e come contribuire direttamente ed indirettamente al fine ultimo aziendale.

Beh cosa stai aspettando? Non perdere altro tempo a leggere e se non lo hai ancora fatto, prendi carta e penna (ti consiglio anche qualche pastello) e prova a disegnare la Strategy Map per la tua azienda.

Ah, dimenticavo…. Una volta disegnata non devi tenerla nel tuo ufficio (o incorniciarla), ma diffonderla e condividerla con tutti i membri della tua azienda. Ti consiglio a riguardo di abbellirla e renderla visivamente attraente e di impatto, che possa allo stesso tempo essere di stimolo e rimanere impressa nella mente di chiunque la legga. Ad esempio, che ne pensi di convertirla in infografiche?

Commenti

commenti

Alfredo Valentino

Leave a reply