Torino Living Lab Smart City

Torino Living Lab. Il luogo dove le idee prendono vita

Cos’è Torino Living Lab? È un laboratorio all'aria aperta, un quartiere sperimentale. Un’idea dell’amministrazione comunale per tracciare il percorso della Smart City. È un posto dove si incontrano pubblico e privato, start up e grandi aziende, ambiente e salute, cittadini che condividono interessi.

Tutto è partito da un bando della città per cercare soggetti interessati a sperimentare iniziative e soluzioni tecnologiche innovative, di interesse pubblico. Anche grazie a questo progetto, Torino può vantare il secondo posto sul podio come Capitale dell’Innovazione.

Il 5 dicembre 2016 sono stati presentati i primi mesi di attività dei 32 progetti avviati, lasciando la parola ai protagonisti.

Ci sono 4 tematiche in cui è possibile raggruppare le iniziative.

#1 Inclusione e stile di vita sostenibile

In questa sezione sono racchiusi progetti che riguardano i cibi biologici, lo sport all'aria aperta, per uno stile di vita più salutare, che sia anche in grado di diminuire l’impronta ecologica di ognuno di noi.

#2 Ambiente e qualità dell'aria

Lo scopo di questi progetti è monitorare la qualità dell’aria, conoscere la concentrazione degli inquinanti, decidere come cambiare le nostre abitudini o scegliere quali interventi pubblici o privati sia meglio privilegiare per migliorare la qualità dell’aria. Non mancano servizi innovativi per i ciclisti.

#3 Cultura e mobilità

Dalla realtà aumentata applicata alla cultura, alla pensilina intelligente, si osserva la città monitorandola e leggendola in maniera nuova.

#4 Sicurezza e integrazione dati

Per sicurezza qui si intende quella sociale, cioè quanto si sente sicuro il cittadino che cammina per le strade del suo quartiere. I monitoraggi permettono di prevenire reati, ma anche di osservare sui social il sentimento di sicurezza dei cittadini.

 

Torino Living Lab Smart City

Torino Living Lab: Primi passi verso una Smart City

Voglio offrirvi una mia classifica personale di tre progetti che hanno colpito la mia attenzione, ma consiglio a voi di approfondirli tutti sul sito (aggiungete nei commenti la vostra di classifica? ;))

  • Sysdev - sistema di monitoraggio strutturale e ambientale di un edificio pubblico

Il progetto attualmente è applicato ad un edificio pubblico, all'interno del quale è presente anche una scuola. Come cittadina, ma soprattutto come madre, mi pare una soluzione tecnologica meravigliosa, per monitorare la struttura dell’edificio, ma anche la qualità dell’aria negli ambienti.

In base ai dati raccolti sarà possibile “leggere” le necessità della struttura, decidere con maggiore precisione le priorità degli interventi di manutenzione e migliorare la qualità di vita di chi lo frequenta.

 

  • Taimwise - portale web per affitto temporaneo di un locale per evento commerciale o artistico

L’idea è quella di affittare un negozio, ma anche solo una vetrina o una stanza, in maniera temporanea a chi voglia fare un test di mercato per una nuova impresa, una mostra temporanea artistica, senza l’impegno di un affitto duraturo.

Pensando alla quantità di negozi che vedo aprire e chiudere, mi chiedo quanto costi il tentativo di una nuova impresa commerciale. Moltissimi locali proprio per questo motivo rimangono sfitti. Un uso temporaneo delle aree, libera nuove proposte imprenditoriali e permette di capire se un’idea possa funzionare con un piccolo investimento: tutte idee meravigliose per rivitalizzare un quartiere.

 

  • Bio Show - format di intrattenimento per promuovere stili di vita sostenibili

Saper fare una bella risata in ogni momento della nostra vita può cambiare il senso delle cose. Lo scopo di questo progetto è divulgare i temi della sostenibilità ambientale, ridendoci su. Gli show saranno dal vivo in teatro, ma anche sul web, realizzati in collaborazione con un attore comico torinese. Il primo video è già on line.

E in tutto questo la pubblica amministrazione cosa ha fatto esattamente? Si è posta come facilitatore, policy maker, cioè come crema al cioccolato tra tanti strati di wafer.

La città è oggi pronta ad aprire nuovi living lab, in altri quartieri.

La città, nel suo complesso, con tutti i suoi attori, è pronta a sperimentare, imparare, innovare.

SEOcms 4/5 Maggio Bologna 2017

Commenti

commenti

Laura Ribotta

Leave a reply