trend retail innovation

5 Trend da conoscere per non chiudere il tuo negozio fisico nel 2019

Vuoi capire come migliorare il tuo business legato al negozio fisico, vendere di più e attrarre nuovi clienti?

In questo articolo voglio mostrarti 5 trend che devi assolutamente conoscere per non chiudere il tuo negozio fisico. Quello che imparerai ti permetterà di conoscere l’evoluzione del mercato e iniziare il nuovo anno con una marcia in più.

Sei pronto? Si comincia!

Un principio che cambierà per sempre la tua carriera da retailer

Presta attenzione.

Come abbiamo visto nelle puntate precedenti (a proposito, qui trovi l’articolo sulla crisi dei negozi fisici) l’evoluzione del retail è legata al cambiamento del comportamento d’acquisto dei consumatori.

I negozi fisici spariranno per sempre. Per come li conosciamo noi. Al loro posto avremo dei luoghi dove gli utenti potranno trovare un’esperienza nuova e unica.

La via per il successo, tuttavia, non è scontata.

L’integrazione tra online e offline è solo il primo passo. Ma sarà da stupidi pensare di riprodurre le stesse dinamiche offline su internet e pensare di avere successo.

La creazione di un’esperienza legata al prodotto farà parte del gioco. Ma sarà impensabile sfondare senza rivedere il modello di business.

Formarsi e aggiornarsi sulle nuove tecnologie è una condizione necessaria. Ma è da pazzi credere di innovare senza studiare il proprio settore e capire come cucire su misura le nuove tecnologie.

Non finirò mai di ripetere che l’innovazione porta con sé cambiamento. E ogni cambiamento porta con sé nuove sfide, nuovi modi di approcciarsi al mercato.

Nel libro Marketing 4.0” Philip Kotler, guru del marketing moderno, parla di come il rapporto tra azienda e consumatore si sia evoluto nel tempo.

Prima c’era un rapporto uno a molti, dall'azienda verso le masse senza distinzione alcuna (Marketing 1.0). Poi si è passati alla segmentazione e differenziazione dei prodotti rivolgendosi agli utenti in maniera differenziata e precisa (Marketing 2.0). Dopo ancora la parola chiave è stata Marketing “umanistico”, dove la comunicazione prevedeva di rivolgersi alle emozioni dell’utente e a costruire un rapporto di fiducia (Marketing 3.0).

Ora siamo entrati nell’era dell’iperconnessione. Al centro c’è la verità intesa come trasparenza e apertura completa tra i brand e i loro utenti e soprattutto scambio di informazioni tra i vari utenti con community e recensioni. Con i nuovi strumenti di raccolta dati e informazioni è possibile creare un rapporto personalizzato tra azienda e singolo utente (Marketing 4.0).

Bene, io partirei proprio da questo concetto.

Come possiamo conoscere le preferenze dei nostri clienti e utilizzarle per creare un prodotto unico per loro?

Le nuove tecnologie ci vengono in aiuto in questo. Basta saperle utilizzare nel modo giusto.

Semplice no?

Più o meno.

Per ora limitiamoci a conoscere quali saranno gli strumenti che impatteranno maggiormente nel 2019. Partiamo da 5 Trend che stravolgeranno i negozi fisici.


Puoi leggere anche Retail 4.0. 10 regole per l'era digitale


5 Trend nel 2019 per i negozi fisici

#1 Personalizzazione

I commercianti continuano a studiare come personalizzare le esperienze digitali e offline. Chi riuscirà a combinare tecnologia e tocco umano sarà il vincitore.

La personalizzazione del prodotto, soprattutto se fatta in store trasforma l’esperienza d’acquisto rendendola unica e soprattutto desiderabile.

La Nike ha lanciato nel 2018 uno store in Giappone dove gli appassionati possono andare in negozio e grazie all’aiuto di un designer posso creare l’indumento con i loro gusti, colori preferiti e fantasie. Possono realizzare scarpe ma anche t-shirt, felpe e tutti i prodotti disponibili.

“Retail today isn’t an establishment, it’s an experience. And the more you impact people, the more you impact perception, and ultimately - profit.”

#2 Interazione diretta cliente - nuove tecnologie

Secondo trend: interazione diretta tra cliente e nuove tecnologie.

Sempre più attività iniziano ad utilizzare le nuove tecnologie come mezzo di interazione diretta con il cliente. Tra chatbot su pannelli informativi, voice assistants o dispositivi di realtà aumentata e virtuale, già diverse aziende hanno iniziato a sperimentare il loro utilizzo in store oppure online.

Gli assistenti vocali permettono di instaurare delle relazioni one-to-one. E anche se molti di voi diranno “e se, capirai che relazioni”, in realtà proprio queste relazioni tenderanno a personificarsi definendo Alexa o Google Home (o chi per loro) dei veri e propri assistenti fedeli.

Anche la realtà virtuale verrà utilizzata in negozio, amplificando le percezioni sensoriali. Il 34% delle attività hanno intenzione di utilizzarlo nei prossimi tre anni. Lo stesso per l’utilizzo della realtà aumentata. In alcuni casi sostituirà la prova dell’indumento in camerino.

Le interazioni con le nuove tecnologie partiranno soprattutto dagli smartphone degli utenti, primo punto di contatto. Proprio tramite gli smartphone avverranno la maggior parte dei pagamenti grazie alla tecnologia NFC. L’obiettivo dei negozi e di tutte le attività sarà rendere il pagamento un momento fluido nell’intera esperienza d’acquisto e sempre più immediato e disinvolto, in gergo “friction free”.

#3 Intelligenza Artificiale (AI)

Il terzo Trend può essere considerato quello che porterà maggiori risultati e cambiamenti al mercato.
C’è un’elevata probabilità che l'intelligenza artificiale ci aiuterà a prendere decisioni riguardo i nostri acquisti nel prossimo anno. Circa il 45% dei retailer hanno impostato qualche tipo di tecnologia AI o intende farlo entro il 2020.

Questa innovazione può davvero aiutare le attività in vari modi, se implementata correttamente. Ad esempio analizzare i dati provenienti da video all'interno del negozio, oppure capire quante buste portano gli utenti in modo da prevedere le performance dell’attività.

Il 45% dei retailer ha già pianificato di utilizzare l'intelligenza artificiale nei prossimi 2 anni per migliorare la customer experience.

Questa tecnologia può essere applicata in tanti modi lungo l’intero ciclo del prodotto e servizio: dalla trasformazione del prodotto ai servizi post vendita e le interazioni.

Nel 2019 vedremo come l’AI rivoluzionerà l’intera Value Chain del settore Retail.

Anche i negozi avranno gli strumenti per analizzare i dati dei consumatori in tempo reale, mappare le loro preferenze, i prodotti abbandonati, dove le persone vanno e quali prodotti prendono e così via.


Leggi anche Come se la passa l'e-commerce, tra nuove tecnologie, intelligenza artificiale e realtà virtuale?


#4 Experience & Store Design

Un altro Trend che si affermerà con molta forza è l'esperienza e la cura del design all’interno dello store. Questa sarà un’altra rivoluzione importante per il modo di concepire i negozi fisici.

Dentro uno degli store di Warby Parker a Miami, il pavimento dipinto sembra una piscina e le foto scattate fanno sembrare i clienti del negozio fluttuanti nell’acqua.

Nel futuro saranno coinvolti tutti e cinque i sensi, più esperienzialità, meno focus sul negozio in sé e più sulla trasformazione del prodotto in servizio, store as a service.

A confermare questo trend è il fatto che le persone stanno abbandonando il consumismo sfrenato e cercano sempre di più un desiderio profondo legato al prodotto e un’esperienza unica e più forte.

Un’altro aspetto è la trasformazione in showroom, più come musei per i prodotti (i pochi e migliori prodotti di punta che resteranno come opere nel negozio), come gli Store di Apple o quelli di Tesla. O gli show ed entertainment room della Cadillac che ospitano mostre d’arte o serate di gala.

#5 New business model

Per concludere, l’evoluzione degli store e del comportamento dei consumatori, porta ad un ultimo ed inevitabile step: rivoluzione del modello di business sia per i retailer classici con negozi fisici che  per i player online.

Be the Change You Want to See in Retail

 

Questo anno sarà posto molto focus nello sperimentare nuovi modelli di business, vedere cosa funziona, adottarlo o scartarlo.

Molte startup stanno già lavorando per rilanciare il retail offline e le attività tradizionali.

Soprattutto in Italia l’artigianato vedrà un nuovo rinascimento.

Scegli ora se vuoi essere anche tu parte di questa nuova era!

 

Bene, anche oggi siamo arrivati al termine della terza puntata della Saga Retail Innovation.

Spero che qualche spunto ti sia arrivato, e che anche tu stia iniziando a pensare come migliorare e innovare la tua attività o quella di un tuo cliente.

Noi, come al solito, ci rileggiamo la prossima settimana oppure contattami o scrivimi nei commenti se sei interessato ad approfondire l’argomento.

Buona Innovazione,
Emanuele

Commenti

commenti

Emanuele Epifani

Leave a reply