Business angels, startup, finance

WABA Capital: Call per Startup

WABA Capital, associazione di business angels con l’ambizione di stimolare e favorire lo sviluppo dell’imprenditoria italiana e promuovere la crescita di idee e progetti in fase startup ad alto potenziale innovativo e tecnologico, lancia una call per startup.

L'ecosistema startup italiano è soggetto a continui cambiamenti. Dall'ultimo rapporto di Infocamere, aggiornato allo scorso 9 novembre, le startup innovative, iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese della CCIA, ammontano a 4.824 (ben il 44% in più rispetto al 2014).

Uno studio approfondito, con lo scopo di far emergere i principali player di questo mondo ancora in parte sconosciuto, è stato presentato lo scorso ottobre. Sto parlando del report Startup, annual report, 2015 - Third Edition curato dal Politecnico di Milano con il contributo di Italia Startup e SMAU.

Fra i dati più interessanti vi è la crescita dell'11% degli investimenti in startup innovative rispetto al 2014 (del 19% in più rispetto al 2012). E per quanto riguarda gli investimenti? Solo adesso, nel 2015, si è assistito al definitivo superamento, nella distribuzione degli investimenti tra settore istituzionale e non, del settore privato (business angels, incubatori, acceleratori e family office): mentre nel pubblico l'incidenza è andata sempre riducendosi, nel privato la crescita è esponenziale (+ 114% rispetto al 2012).

Statistiche che vengono confermate con sempre maggiore incisività: riparte anche l'attività di WABA, acronimo di We Are Business Angels, network solido di investitori, in crescita, interessati all’innovazione e all’industria del Made in Italy, disposti a contribuire allo sviluppo di giovani imprese garantendo, oltre che risorse finanziarie nelle fasi di pre-seed e seed, competenze e passione, veri elementi distintivi.

Stimoliamo l'imprenditoria per far emergere nuovi talentiWe are Business Angels. (3)

Da oggi sarà possibile proporre la propria idea di business compilando il format presente sul sito di WABA Capital alla voce “Raccontaci la tua idea”.

Sei le tipologie di innovazione disruptive ricercate:

  1. Realtà aumentata;
  2. 3D e Robotica;
  3. Nanotecnologia;
  4. Internet of Things;
  5. Big Data
  6. Software

Otto i settori di maggiore interesse:

  1. Consumer Goods;
  2. Healthcare & Wearable;
  3. Travel & Tourism;
  4. Food & Beverage;
  5. Fashion & Luxury;
  6. Media & Entertainment;
  7. ICT (Smart Working)
  8. Social Economy

I progetti di startup che supereranno le fasi di pre-selezione e pre-valutazione curata dagli esperti del Business Accelerator Seedble s.r.l., saranno valutati direttamente dai Business Angels. Questo garantirà tempi di valutazione e di risposta celeri.

L’associazione, inoltre si impegna a supportare lo sviluppo dell’ecosistema, offrendo occasioni di networking, workshop e studi di settore.

WABA è decollata di nuovo. Ora aspetta di far spiccare il volo a nuovi potenziali imprenditori.

business angels, startup

Vola solo chi osa farlo

Luis Sepùlveda

Commenti

commenti

Seedble - Business Accelerator

Leave a reply