creare calendario editoriale

Perché dovresti avere un calendario editoriale per i tuoi contenuti e come puoi crearne uno da zero

Se hai aperto un blog o un profilo social per la tua attività, forse ti sarai chiesto come migliorare l’efficacia dei tuoi contenuti e risparmiare tempo.

I vantaggi di avere un calendario ed un piano editoriale

Uno degli strumenti che maggiormente ti possono aiutare, è il calendario editoriale. Questo tool infatti, ti dà la possibilità di programmare in anticipo i contenuti, creandoli quindi non in base a idee estemporanee, ma a precise finalità. Potrai così elaborare una strategia in linea con gli obiettivi di business della tua azienda e gestire in modo organico, tutti i tuoi canali di comunicazione.

In questo modo potrai organizzare al meglio le attività. Ad esempio, riuscirai a raggruppare operazioni simili e ripetitive e a svolgerle in blocco, risparmiando tempo da dedicare invece a migliorare la qualità di ciò che pubblichi.

Non rischierai di perderti appuntamenti importanti, ma pianificherai per tempo azioni di comunicazione ad hoc per periodi “caldi”, come il Black Friday ad esempio. Potrai bilanciare diversi format, evitando di pubblicare sempre lo stesso tipo di post e annoiare le persone che ti seguono.

Quest’ultimo punto è particolarmente importante se gestisci canali social, dove la “vita” dei contenuti è molto breve e l’attenzione dell’utente, un bene estremamente prezioso.

Una buona regola per ottenere un mix di contenuti capace di tenere alto l’engagement, è dividerli in tre gruppi:

  1. una parte di ciò che pubblichi dovrebbe avere lo scopo di promuovere la tua attività, generare awareness e lead;
  2. una seconda fetta dovrebbe provenire da fonti esterne, in linea con la tua mission e interessanti per la tua audience come interviste e articoli di esperti;
  3. infine l’ultimo dovrebbe essere volto a creare interazione con i follower, ovvero rispondere alle loro domande o ricondividere i loro contenuti.

Dopo aver elencato tutti i benefici, passiamo a qualche indicazione pratica. In rete troverai molte applicazioni in grado di creare automaticamente versioni di calendario editoriale anche molto complesse.

Qui ne citeremo due, ma prima ecco alcune veloci istruzioni per realizzare un calendario editoriale molto semplice con excel, programma che la maggior parte di noi ha a disposizione sul proprio computer.


Leggi anche 11 tool da utilizzare per aumentare il traffico del tuo sito web nel 2021


Creare un calendario editoriale da zero su excel

Su un foglio excel individuiamo una serie di colonne: la prima e la seconda dedicate alla data e all’orario di pubblicazione e la terza al titolo del post/articolo. Ad ogni riga corrisponderà un contenuto, le cui informazioni sanno distribuite nelle celle secondo questa suddivisione di colonne. Si procederà riga per riga dall’alto verso il basso, in ordine cronologico.

Se gestisci più canali di comunicazione puoi aggiungere tante colonne quante sono i mezzi a tua disposizione e inserire il titolo del contenuto in corrispondenza della corrispettiva colonna. Per rendere la comprensione più immediata, puoi associare un colore ad ogni medium. Infine puoi aggiungere ulteriori colonne al fondo per il copy, gli hashtag e il link all’immagine che utilizzerai.

Calendario editoriale e piano editoriale con Trello e Asana

Se invece excel non è il tuo forte e vuoi creare il tuo calendario editoriale online e massimizzare altre attività gestionali, puoi dare un’occhiata a queste due applicazioni.

Trello

Il primo strumento è Trello. Ti può essere di grande aiuto per digitalizzare tantissime task organizzative. Il template per il calendario editoriale ha una struttura modulare che puoi popolare, aggiungendo i contenuti sotto forma di blocchi, che puoi modificare e spostare liberamente.

Puoi inoltre creare delle checklist per annotare le attività collaterali, necessarie per la creazione di contenuti e aggiungere promemoria per assicurarti di non perderti neanche una scadenza.

Tutte le operazioni possono essere implementate da te come da qualsiasi persona presente sull’applicazione e coinvolta nella gestione online del progetto.

Asana

Anche Asana è un'applicazione che permette di svolgere moltissime operazioni gestionali online e in team.

Oltre a creare un calendario modulare puoi assegnare ogni singola attività, a ciascun membro del gruppo di lavoro. Puoi inoltre associare ad ogni task anche una deadline, così da tenere traccia degli avanzamenti.

Ora sai quali sono i vantaggi di creare un calendario editoriale e hai alcune nozioni su come crearne uno, anche con l’aiuto di strumenti avanzati. Non ti resta quindi che trovare il tool più adatto a te e iniziare.


Leggi anche Vuoi creare il Reels perfetto? I migliori tool per realizzare video sul tuo smartphone


Commenti

commenti

Elena Vettorato

Leave a reply