didays esperienza

I Digital Innovation Days – la sostenibilità nelle nuove forme di business. Vol. 2

Un’esperienza formativa indimenticabile. Se avete avuto modo di leggere la prima parte dell’articolo sui giorni dell’innovazione digitale potreste già saperlo, in caso contrario non mi stancherò di ripeterlo (Qui il link alla parte prima).

Ricapitolando per chi non si fosse interessato finora, i Digital Innovation Days sono un evento di divulgazione e discussione sulle nuove frontiere del business digitale che si è tenuto tra il 29 ed il 30 Ottobre sotto forma di seminario online. Un encomio che posso fare all'organizzazione è la quantità e la ricchezza di documenti che hanno accompagnato le presentazioni orali e che sono rimaste come lascito alla fine di questi due intense giornate.

Il resoconto del secondo giorno, al netto della produzione scritta è, se possibile ancora più ricco di temi rispetto al primo.

DIDAYS tra sostenibilità e business - Vol. 2

digital innovation days evento

Esperienza formativa indimenticabile i Digital Innovation Days. Il resoconto di un evento che ha aperto uno spazio di confronto e apprendimento online.

Day Two:

Sala grande

L’apertura della giornata è sempre di matrice filosofica e punta nuovamente ad una dialettica narrativa-analitica. I temi hanno grossomodo ricostruito gli elementi fondamentali delle sale del day one, stavolta condensando le tematiche più costruttive in modo da trarre le somme dalle forme didattiche del giorno precedente.

I temi, molto più variegati, hanno spaziato dalla Moda, alla Digitalizzazione nel processo di ripresa, al Digital Marketing, fino a convergere con una serie di speech dai temi nuovi sul carattere della formazione aziendale ai valori del Brand.

L’offerta formativa è molto ampia e di largo respiro. Va a completare principalmente una pletora di temi complementari che vuole fornire una organica proposta di ripresa per le aziende durante e dopo la pandemia.

Sala innovation and Emerging tech 

L’emerging tech come struttura di contenuti è stata, tra tutte, la sala di matrice più astratta. Il palinsesto è stato totalmente cangiante nelle tematiche specifiche mantenendo però una vera chiave di volta, che come si evince dal nome, è stata la comune filosofia di fondo.

Innovazione a che costo? No, Innovazione a che beneficio! L’intero progetto si basa sui valori intrinseci del concetto di innovazione. Per fare qualche esempio: design ambientale ed esperienza multisensoriale, progetto di ricostruzione della Customer Experience nel mondo digitale, il valore del tempo nell’economia dell’esperienza.

Tutti elementi di grande spinta teorica. Una ricerca che trova il suo animo prima del tornaconto direttamente monetario. Tra gli altri un progetto per la storia dell’arte nella scuola italiana, Moma, piattaforma di realtà aumentata per aiutare le scuole a mostrare le opere in un ambiente più verosimile possibile.

Sala Formazione Digitale

Una successione di incontri che, come già collaudato parte dalla necessità di insegnare le pratiche del corretto personal branding e che nuovamente nella sua progressione evolve in una direzione più ampia.

I contenuti si spostano infatti molto velocemente verso la rivoluzione culturale necessaria a costituire in azienda una digital culture e ha l’obiettivo di fornire gli strumenti necessari affinché questa avvenga con successo con la migliore consistenza possibile.

Tra i temi trattati: funnel marketing per lanciare l’azienda, progettare la strategia aziendale, formazione alla cultura digitale e fidelizzazione all’azienda.

Sala Food Tech

Una splendida bistecca fumante, per quanto innocente e succulenta possa sembrare, nella sua semplicità nasconde una quantità di processi in filiera inimmaginabile.

Gli speech di questa sala ne sono un perfetto sunto, si passa dalle problematiche del settore della ristorazione pesantemente in crisi, e quindi a tutto il processo di delivery and retail dei prodotti finiti, a tematiche più teoriche e ricche di spunti sulla sostenibilità e reperibilità delle materie prime nell’agricoltura italiana.

Dinamiche di complessa e delicata innovazione in un mondo di tradizioni rigide e di consumi fideistici.

Sala Sustainability and Wellbeing

La sala centrale, per importanza e tematica. La sostenibilità del modello capitalistico e le nuove forme di creazione del valore non predatorie. La ricerca di un approccio meno aggressivo sull'ambiente e sulla società in una serie di speech volti a proporre un nuovo modello di business orientato anche alla crescita collettiva. Se si può cominciare parlando di energie rinnovabili queste sono solo la punta dell’iceberg del mare di proposte verso il miglioramento dell’economia nella sua identità etica.

Gli innovation days presentano modelli di sostenibilità e responsabilità d’impresa estensivi. L’obiettivo è di far comunicare al brand l’identità sostenibile che vogliono dimostrare. La necessità è quella di costruire un modello di impresa leader capace di guidare i cittadini verso un comportamento sostenibile nella vita di tutti i giorni e per farlo propongono un engagement sociale forte e radicato nel territorio.

Virtuosi e Sostenibili, Inclusivi e forti. Insieme. Questo vorrebbe essere il mondo digitale.

Sala Influencer Marketing

Infine, ultima, ma non ultima la sala del marketing Influencer, uno dei punti più delicati dei giorni dell’innovazione.

Quello che sembra una branca del Digital marketing è invece molto più subdolo e complesso da capire, poiché cambia nella più grande delle variabili. Il pubblico. Drasticamente cala l’età media e i costumi della fascia d’età pre-adulta cambiano come da occidente a oriente.

La problematica portata in sala è quella di comprendere come fare presa, rimanendo nei termini dell’etico su dei ragazzi che hanno regole loro a tratti incomprensibili, e che io stesso, nonostante abbia un gap di età di circa una manciata di anni, comincio ad aver problemi a capire.

La sala pone il focus sulle nuove piattaforme come Twitch Tv (di cui ho scritto in questo articolo www.spremutedigitali.com/twitch-tv-immersivita/) e Tik Tok. Concetti come relatability cominciano a farsi strada in vie totalmente nuove.

Cominciano ad essere presentate le nuove forme di consumo e le dinamiche sociali che legano le forme di community al processo d’acquisto. È davvero il nuovo mondo da conoscere.


Approfondisci il tema dell'influencer marketing con la Video Spremuta con Matteo Pogliani


E voi, intrepidi fortunati che siete riusciti ad arrivare in fondo a questa impresa colossale, anche questa volta: su cosa vorreste approfondimenti? Quale tema vi ha incuriositi di più? Fatemi sapere presto.

Commenti

commenti

Riccardo Malaspina

Leave a reply