digital payments

Digital payments: pagamenti innovativi e dove trovarli

Cresce in Italia l’adozione di strumenti e tecnologie per il digital payment. Restano basse, ma sono comunque in aumento le transazioni.

Il mondo dei pagamenti sta vivendo una profonda trasformazione supportato da tecnologie sempre più smart che consentono nuove modalità di pagamento. Per citare le principali: eCommerce, ePayment, Mobile Payment & Commerce, Contactless Payment, Mobile POS. E valgono il 21% del totale dei pagamenti digitali con carta (nel 2016 erano il 15%).

La così detta “digitisation” la conversione da informazioni fisiche a virtuali è una questione prioritaria per i mercati nazionali ed internazionali, dove l’utilizzo di nuove tecnologie per le modalità di pagamento è oramai riconosciuto come chiave della futura (presente) economia.

Una questione europea: la digital economy

L’UE ha da diverso tempo stilato un report annuale per monitorare i progressi dell'euro-zona. A definire il progresso di uno stato è il DESI (Digital Economy and Society Index), un indice composto che somma indicatori rilevanti nelle performance e nel tracciamento dell’evoluzione degli stati nella competitività digitale.

Se in Europa molti sono i paesi che lavorano per essere una eccellenza, l’Italia si colloca in coda, prima della Polonia, ma dietro l’Ungheria. Nonostante ciò va premiato l’impegno del Bel Paese che combatte con uno dei tassi di digital divide fra i più alti dell'euro-zona (il 25% delle persone non è ancora connesse online in casa).

Ma quanto effettivamente impatta sull’economia questa nuova modalità?

Gli Osservatori Digitali segnano una vera e propria impennata nel business registrando pagamenti innovativi per oltre 80 miliardi di €. Oltre 15,6 milioni le transazioni degli italiani che pagano con lo smartphone in negozio nel 2018, con una spesa annua di 500 € a testa.

Smartphone: device sovrano per POS, NFC e Ecommerce

Eppure, i conti non tornano. L’italia si posiziona fra le prime in classifica per la diffusione di POS, circa 400 installazioni ogni giorno, anche se ad usufruirne è una porzione ridotta della popolazione, 4 pagamenti su 5 sono ancora fatti con moneta sonante.

Allo stesso tempo penetra sempre più la pratica di acquisti e confronti online di cui 9 italiani su 10 hanno ne fanno uso almeno una volta l’anno.

Trainanti i settori di tecnologia, moda e giochi. Si afferma come utente medio delle piattaforme online la fascia d’anni 35-44 (27% dell’audience complessivo) e prevale su tutti i device l’utilizzo dello smartphone (Idealo report 2019).

Lo stesso smartphone che è alla base della diffusione dell’NFC (Near Field Communication) e di altre tecnologie di proximity payment, le quali trainano una oramai non ignorabile quantità di transazioni annuali.

Dunque, la situazione si presenta ben più complessa e controversa di quanto si pensi. Il nostro paese risulta evidentemente in uno stato di trasformazione e di digitalizzazione.

I numeri, allo stesso tempo, suggeriscono che il periodo della corsa alle nuove tecnologie sta terminando e stiamo giungendo ad una fase più matura dell’utilizzo di tutto quel carnet di canali per il digital payment.

digital payment nfc

Pagamento digitale tramite smartphone grazie alla tecnologia NFC

Fiducia nel digital payment: la chiave del successo

Fattore chiave non è più tanto la diffusione della tecnologia quanto l’utilizzo e la fiducia verso di essa, di cui gli italiani si mostrano più carenti.

In questa ottica le politiche di finanziamento e normazione pubblica hanno scelto un percorso per non penalizzare chi non si adegua all'utilizzo di strumenti di pagamento digitali. Un po' perché le persone non sono ancora pronte, un po' per la mancanza di tariffe agevolate proposte dalle banche.

Ma non disperiamo. Anno dopo anno continuano e continueranno ad aumentare gli adopters di digital payment. La vera sfida per ogni business sarà quella di educare e guadagnarsi la fiducia della propria clientela, poco fiduciosa e poco incline, ma che lentamente si farà largo nella nuova era dei pagamenti anche grazie alle più giovani generazioni.

Proprio in virtù di questa componente giovanile, sono oramai maturi i tempi per quella che viene definita una necessaria educazione digitale, in cui le nuove generazioni crescano non spaventate, ma consapevoli.

In conclusione, il digital payment è un paradigma inevitabile della nuova era tecnologica, già ampiamente implementato e che sta giungendo nella sua fase più matura, anche in Italia.

I picchi di questo mercato non sono ancora giunti, ma sono sempre più vicini a testimoniare che eCommerce, ePayment, Mobile Payment & Commerce, Contactless Payment, Mobile POS sono il futuro oramai presente dell’economia italiana.

Fonte blog.osservatori.net.

Commenti

commenti

Juan Diego Turatti

Leave a reply