Facebook Ads in video spremuta con Francesco Agostinis

Facebook Ads: i consigli utili e gli elementi immancabili di Francesco Agostinis per creare campagne accattivanti

Ma davvero Facebook è morto? Francesco Agostinis, Facebook Ads Expert intervistato in video spremuta, sembra proprio non essere d'accordo 🙂 Perché Facebook è ancora quella piattaforma che ti permette di raggiungere chi vuoi, scegliere chi colpire, quando colpirlo e come con messaggi super personalizzati e con un livello di automazione molto avanzato. È il social network che ti permette di creare campagne accattivanti con dati alla mano.

Inoltre, ci spiega Francesco Agostinis mentre siamo live sulla pagina di Spremute Digitali, piattaforme come Facebook ed Instagram ad oggi hanno una copertura di 2 miliardi di utenti, sono gratuite per gli user e hanno costi di Advertising abbastanza bassi per le aziende rispetto alle altre parti del mondo.

Quindi, ripeto la domanda, Facebook sta morendo davvero?

Facebook Advertising: i consigli di Francesco Agostinis in video spremuta

video spremuta facebook ads francesco agostinis

La video spremuta a tema Facebook ads con Francesco Agostinis.

"Facebook non sta morendo per niente, anzi oggi è davvero una piattaforma necessaria, soprattutto per i business B2C, quelli orientati al consumatore.[...]" secondo Francesco Facebook sta semplicemente subendo una trasformazione: infatti il social network è passato nel tempo dall'essere un luogo social per condividere, ad un media, per poi assumere le sembianze di paid media odierno, misto a community.

Francesco non è solo un professionista con l'advertising di Facebook, è anche un ottimo formatore ed insegnante. Sui suoi profili condivide spesso esercizi pratici e quiz per aiutare le persone che lo seguono ad interagire concretamente con il mondo dell'advertising.

In Video Spremuta ci confida che nel settore delle Facebook Ads è importante mettere le mani in pasta per imparare, per questo come fa di solito sui suoi profili, ha iniziato a dispensare utili consigli.

Consigli di Facebook ADS per scalare le vendite natalizie

Francesco Agostinis parte con un esempio: siamo a settembre (eh si, Natale per chi si occupa di campagne di marketing inizia a settembre), il tuo business ha bisogno di vendere di più nel periodo natalizio, e parte già da una buona base di utenti. Come fare per scalare le vendite?

  • fare lead generation: acquisire quanti più contatti possibili di utenti che potenzialmente potrebbero acquistare a Natale (dalla metà di novembre - alla metà di dicembre).
  • iniziare a fare delle campagne per far conoscere il brand ed i prodotti: Facebook ed Instagram sono canali con cui far conoscere chi siamo e cosa vendiamo, non per vendere direttamente. Le persone decidono in modo autonomo come spendere i propri soldi, si deve fare in modo di essere nel posto giusto, al momento giusto con l'impression giusta.
  • Seguire gli utenti con campagne di remarketing per accompagnarli all'acquisto.

Una cosa a cui fare attenzione: le campagne natalizie negli ultimi 20 giorni dell'anno diventano problematiche, poiché le grandi aziende in questo periodo scaricano il loro budget e spendono di più. Il costo per click aumenta, il costo per traffico aumenta, e se non si è competenti si rimane fuori dal gioco senza ottenere risultati.

Ricordati che ci sono persone che hanno uno stipendio fisso ogni mese, più di quello non guadagnano e hanno quindi un margine di spesa, non possono spendere di più. Se qualcuno è più bravo di te a farli comprare, poi non avranno più soldi da dedicare agli acquisti. Arrivare tardi significa perdere clienti.

Conta di più il visual o il copy? Come creare Facebook Ads accattivanti

La parte grafica è la prima cosa che l'utente vede, video o immagini che siano; la parte testuale è la seconda che viene scannerizzata dal cervello. Tra l'attenzione dedicata alla prima e quella dedicata alla seconda passa mezzo secondo. Quindi, se non riesci a fare una parte grafica buona con un livello d'impatto sufficiente per uno stop scrolling, la persona non leggerà mai il copy; e se il tuo copy non è scritto bene, è difficile ottenere risultati perché non avrai catturato l'attenzione.

La parte creativa si basa molto sullo studio degli utenti e poi sullo studio di quelli che sono i loro comportamenti ricorrenti. Studiare i data driven su come e quando interagiscono gli utenti è la prima cosa da fare prima di impostare una campagna.

Utilizza immagini accattivanti dal punto di vista grafico con colori accesi, bordi, poco testo. Qualcosa che faccia sussultare sulla sedia l'utente e lo faccia fermare. Per il copy devi capire invece quali sono le leve che fanno muovere i tuoi utenti e quali sono le migliori. Ci sono persone che hanno bisogno di sentirsi rassicurati, o sfidati, o coccolati. Empatia sempre.

Pensa a chi hai davanti e parla per lui. Analizzare i dati prima di partire con delle campagne è fondamentale.

Curiosità: esiste un budget ideale per fare Facebook Ads?

Per Francesco esiste. È il massimo che puoi investire. Spieghiamo meglio il concetto: quanto puoi mettere sul piatto senza rischiare la stabilità economica della tua azienda? Hai fatto i conti con i tuoi margini?

Dovresti sapere, o la tua azienda dovrebbe sapere, quanto investire in Facebook marketing. Ovviamente dipende da chi sei e l'obiettivo da perseguire. Ci sono business che devono crescere e fare data base ad esempio, e possono quindi permettersi investimenti più bassi, ma costanti per permettere un entrata di lead continua.

Francesco in Video Spremuta ci descrive degli esempi di budget secondo la sua esperienza.

Disclaimer su Bot e automazioni

Per chi vuole utilizzare automazioni attenzione! Perché in questi giorni ci sono delle nuove normative europee che bloccano la maggior parte delle funzioni dei Bot per via della GDPR.

Facebook Advertising non è una spesa, ma un investimento. Francesco Agostinis

Buona visione!

Commenti

commenti

Sara Duranti

Leave a reply