local strategy live

Local Strategy Live: intervista a Luca Bove, esperto di Local Search

Buone notizie per te che vuoi conoscere e approfondire il Local Search Marketing. Fino al 2016 come ben sai non esistevano in Italia eventi dedicati. Da quest'anno invece, come già avrai letto in un altro articolo qui su Spremute Digitali, avrai la possibilità di partecipare al Local Strategy Live, primo evento in assoluto nel nostro paese sull'argomento Local Search Marketing, che si terrà il 28 Gennaio a Bologna.

Per rendere l'attesa più piacevole abbiamo intervistato l'organizzatore Luca Bove, uno dei più grandi esperti di Seo e Local Search, co-autore di "Ingredienti di digital marketing per la ristorazione", che ci ha dedicato del tempo e regalato delle anticipazioni in vista dell'evento.

Cos'è il Local Strategy Live

Il Local Strategy Live è l’unico evento di formazione in Italia dove si tratta esclusivamente di Local Search Marketing per un’intera giornata; grazie ai talk mirati e ai cases studies pratici imparerai a promuovere un business tra i risultati locali di Google per esempio, o riuscirai a capire i meccanismi per aumentare la visibilità di un’attività commerciale sfruttando le ricerche degli utenti e il crescente utilizzo del mobile.

Ti sei mai chiesto ad esempio come si fa ad essere primo sulle mappe di Google? Ecco questo è uno dei motivi per cui non potrai perderti il Local Strategy Live; per gli altri lasciamo la parola a Luca Bove, che ha veramente tante cose da raccontare 😉

 

Q. Ciao Luca! Piacere di conoscerti e grazie per aver accettato di partecipare alla nostra intervista. Parlaci un po’ di te e di cosa ti occupi.

A. Piacere mio e grazie a voi dell’invito! Sono un SEO di lungo corso, mi occupo di strategie digitali (SEO e SEM) fin dal 2000, e fondatore dell’agenzia www.ImEvolution.it. Dal 2007, però, ho iniziato ad interessarmi o meglio ad appassionarmi a Google Maps e sistemi affini. Diciamo pure che il Local Search Marketing è diventata la mia ragione di vita professionale 🙂

Ho seguito numerosi progetti di visibilità locale (anche di brand molto noti)… ad oggi, insieme al mio staff, vantiamo la gestione di oltre 1500 schede local. Partecipo, in qualità di relatore, a numerosi eventi di web marketing in giro per l’Italia presentando sempre degli speech sulla Local Search.

 

Q. Che cos’è il Local Search Marketing e come cambierà nel futuro?

A. Il Local Search Marketing può essere definito come l’insieme di tutte quelle tecniche e strategie che consentono di portare più clienti nelle sedi fisiche di un business (negozi, punti vendita, ristoranti, hotel, ecc...) utilizzando strumenti digitali.

Non credo che in futuro cambierà molto, per lo meno non nella sostanza. Considera che la local search ha radici niente meno che nelle PAGINE GIALLE, uscite fuori alla fine dell’800.
Sicuramente il local search marketing diventerà via via più competitivo, sia perché ci saranno maggiori investimenti da parte dei proprietari di business che finalmente riescono a comprenderne le numerose potenzialità, sia perché entreranno in campo molti più giocatori con un ruolo determinante.

Ad oggi, Google la fa senz'altro da padrone… ma molti altri colossi stanno investendo massicciamente in ambito Local, basta pensare a Facebook, ma anche a Bing Maps, Apple Maps, Uber, Here e tanti altri. Questo significa che i marketer dovranno adoperarsi e prevedere dei cambiamenti di strategie a livello globale ma nulla di più. Mentre Google continuerà nei suoi continui aggiornamenti.

Inoltre c’è un aumento di dispositivi mobili a disposizione, oltre alla crescita dell’utilizzo degli smartphone c’è poi tutta la crescita delle auto connesse e degli altri device come gli indossabili, che aumentano la potenzialità della local search.

Insomma, come già accade ora, ci sarà da divertirsi e bisognerà restare sempre sul pezzo… ma non credo ci saranno cambiamenti che stravolgeranno in toto il mondo del local marketing.

 

Q. E cos'è la Local Seo?

A. Penso che l’acronimo SEO (Search Engine Optimization) sia noto a tutti, preferisco però l'accezione di Search Experience Optimization, poiché il modo di comportarsi degli utenti è diventato molto complesso e noi dobbiamo favorire l’esperienza di ricerca quando essa avviene.
Quando si parla di local seo è sufficiente pensare alla seo applicata in funzione locale, quindi che abbia come finalità ultima quella di contribuire a migliorare la visibilità di un business tra i risultati locali di Google, e non solo.
La Local Seo si rivolge essenzialmente a tutte le attività che hanno una o più sedi fisiche, quindi un indirizzo locale ben preciso (strutture ricettive, negozi, ristoranti, ecc.) o che offrono i propri beni/servizi in una determinata area geografica (idraulici, fabbri, ecc.).
Q. Qual è il rapporto tra web e punti vendita fisici oggi in Italia? Si potrebbe migliorare?

A. Partendo dalla mia esperienza posso certamente dirvi che potrebbe migliorare e anche di  molto. Mi dispiace ammettere che purtroppo, ancora oggi, un gran numero di punti vendita non investe e non si interessa minimamente al web (dove per web intendo anche la semplice verifica della scheda Google My Business del proprio negozio, visto che parliamo di Local Marketing!).

Nel 2014 ho effettuato insieme a Maurizio Ceravolo un’indagine su oltre 170.000 schede local relative al turismo e alla ristorazione (incluse agenzie viaggio).

Ciò che è emerso è stato a dir poco sconfortante e mi dispiace dover dire che, a distanza di oltre 2 anni, la situazione attuale non è cambiata molto. Voglio condividere con voi alcuni di questi dati perché sono davvero esplicativi e sintomatici di una condizione che non riguarda solo il turismo e la ristorazione, ma si estende a tutte le diverse categorie merceologiche.

  • Solo poco più del 40% di quelle schede erano rivendicate;
  • Solo poco più del 50% possedeva un sito web, ma soltanto il 23% dei siti era funzionante!;
  • Un misero 18% presentava l’indicazione degli orari di apertura;
  • Nemmeno la metà delle schede presentava delle foto.

Cosa significa tutto questo? Significa che i titolari dei business non hanno ancora compreso appieno che il rapporto tra sede fisica e web è ormai imprescindibile.

Gli utenti cercano informazioni online... Recenti dati di Google dimostrano che il 30% di tutte le ricerche mobile (che rappresentano più della metà del traffico web complessivo) ha un intento locale. Se un utente si imbatte in una scheda local che presenta dati non corretti (questo accade molto spesso nelle schede non verificate); oppure con orari di apertura non indicati o errati, ecc... abbiamo solo perso potenziali clienti.
Q. Che legame c’è tra la Local Strategy, i Social e il Mobile?

A. Ho in parte anticipato la risposta nella domanda precedente 🙂 I recenti dati ufficiali di Google parlano chiaro: oltre la metà del traffico web complessivo proviene da smartphone e tablet e il 30% di tutte le ricerche mobile ha un intento locale. Inoltre, il 76% delle persone che cerca sui propri smartphone qualcosa nelle vicinanze, visita il business entro un giorno e il 28% di quelle ricerche si tramuta in un acquisto.

Questo significa che le strategie di promozione locale hanno maggior ragione di esistere proprio in funzione delle nuove abitudini degli utenti, sempre più avvezzi all'utilizzo dei dispositivi mobile.

A proposito dei social, invece, è bene precisare che la promozione locale passa anche da altri social.

Google non è il solo giocatore in campo, quando si parla di promozione locale si parla anche di altri Geo-social tra cui Yelp, Foursquare, ecc.

Inoltre, non possiamo dimenticare che ad oggi, due importanti segnali di ranking sono rappresentati dalle citazioni e dalle recensioni, molte delle quali viaggiano su altri canali quali appunto i social!

Pensare di poter attuare una strategia di marketing locale che non tenga conto del mobile e dell’utilizzo dei social, sarebbe sbagliato oltre che improduttivo!

 

Q. Il Local Strategy Live è l’evento che si terrà Bologna a fine mese, come è nata questa idea?

A. Il Local Strategy Live rappresenta un’evoluzione, direi quasi naturale e legittima, di un’idea nata qualche anno fa, quando ho lanciato il primo blog in Italia interamente dedicato alle tematiche del local search marketing: www.localstrategy.it

Con il passare degli anni l’interesse nei confronti di questo settore è cresciuto tantissimo. Ce ne accorgiamo dal numero dei nostri iscritti alla newsletter che continua ad aumentare di giorno in giorno, dai fan delle nostre pagine social e dagli iscritti al nostro gruppo Facebook privato “LocalStrategy: fatti di local search”.

Attraverso i nostri canali e nei vari eventi live a cui partecipo come relatore hanno iniziato a giungere delle richieste per l’organizzazione di un corso live, esclusivamente incentrato sulla Local Search e sulla promozione locale.

Non essendoci altri corsi simili in Italia ed essendo pienamente consapevole del gran vuoto informativo che ancora oggi c’è su questo argomento, non ho saputo tirarmi indietro ed eccomi qui a presentarlo!

 

Q. Di cosa parlerai il 28 Gennaio? Dai svelaci qualche piccola anticipazione 🙂

A. Ovviamente parlerò di Local Marketing 🙂

Scherzi a parte, tra le tematiche che affronterò ci saranno Google Maps a 360°, i diversi segnali di ranking, problemi comuni, case history interessanti, strumenti pubblicitari ai fini local (Adwords e Adwords Express), geo-social e molto altro ancora.

Sarà un’intensa giornata di formazione…
Q. 3 motivi per cui non perdere il Local Strategy Live.

A. Mi verrebbe da citarne solo 1, che ritengo sia il più importante: è il primo e UNICO evento in Italia (un’intera giornata) interamente dedicato al Local Search Marketing.

In altre parti del mondo, penso soprattutto agli USA, eventi del genere sono all'ordine del giorno… in Italia siamo ancora indietro e l’essere stato il primo ad organizzarlo mi rende ulteriormente orgoglioso!

Ma posso dare altre due valide motivazioni:

  • Il Local Strategy Live non è stato pensato per essere un evento con tanti interventi separati e sconnessi, ma un corso completo che ti insegna cosa fare step by step.
  • Non ci sono markette né interventi sponsorizzati, non si vende niente (consulenze, software, etc.) se non alta formazione.

 

 

Ringraziamo Luca per averci regalato questa interessante intervista e facciamogli un grande in bocca al lupo per il Local Strategy Live. Mi raccomando, non mancare il 28 Gennaio 2017 a Bologna, Zanhotel Europa. Per i acquistare i biglietti, visita il sito ufficiale 😉

Commenti

commenti

Sara Duranti

1 comment

Leave a reply