tiktok challenge

Tik Tok Challenge: come i brand conquistano la Gen Z

Tik Tok è il social network del momento. Lo abbiamo letto e detto talmente tante volte da far diventare questa notizia quasi noiosa. Al di là degli esperti del settore, anche le aziende sembrano essersi rese conto delle potenzialità della piattaforma (finalmente). Ed è stato subito il boom delle Tik Tok Challenge, il migliore strumento di marketing che i brand utilizzano per conquistare gli utenti della Generazione Z.

Vediamo più da vicino di cosa si tratta, perché piacciono così tanto e quali sono i vantaggi di business per le aziende.

Tik Tok Challenge: cosa sono?

Vi sarà capitato centinaia di volte di scrollare il feed dell'App e imbattervi in uno dei video delle Challenge. Forse non sapevate davvero di cosa si trattasse, ma sono abbastanza certa che abbiate visto qualcosa del genere. Chiariamo subito cosa sono, allora. Le Challenge sono sfide virali lanciate agli utenti da influencer o brand.

Semplici da replicare e tanto divertenti da attrarre gli utenti, sono un ottimo strumento per ottenere contenuti generati dal pubblico. Se strutturate in modo corretto, permettono anche di incrementare la Brand Awareness e costruire una community fedele al marchio. La Generazione Z, infatti, non può far a meno di accettare queste sfide e rendere virali gli hashtag di riferimento. Insomma, non c'è da stupirsi se le migliori Tik Tok Challenge abbiano generato migliaia di visualizzazioni e milioni di dollari di guadagni.

tiktok challenge tiktok challenge

Come creare una Challenge su Tik Tok?

Se il vostro intento è quello di attirare la Gen Z, allora vi consiglio davvero di sfruttare la moda del momento e cominciare a creare la vostra personale Challenge. Come fare? Ve lo spiego qui in tre semplici mosse.

  1. Ideate una challenge semplice da ripetere, divertente e accessibile a tutti. Di recente, in occasione della Festa della Mamma, Colgate ha lanciato la sfida #MakeMomSmile. L'obiettivo era quello di condividere un contenuto in cui si faceva sorridere la mamma (o una figura materna, a scelta). Il risultato è stato strepitoso: 2.7 miliardi di visualizzazioni. E addirittura la partecipazione di importanti profili ufficiali alla challenge, tra cui i New York Giants.

    tik tok challenge
  2. "Coniate" un hashtag ad hoc per la vostra sfida. Aiuterà gli utenti a creare e condividere, e al tempo stesso vi permetterà di creare una piccola community in linea con il brand. E se proprio volete assicurarvi il successo, potete pensare di sponsorizzare la challenge così da incrementare l'engagement e la visibilità del brand.
  3. Scegliete di interagire con un influencer per rendere la vostra sfida davvero virale. In questo modo, vi assicurerete di associare il brand ad un personaggio noto e di conquistare così una fetta più ampia di pubblico.

2 Challenge di successo: organica vs branded

1. #LevelUp

Partiamo da un esempio semplice. Una challenge organizza che è riuscita subito a riscuotere successo tra il pubblico dell’App. Sono stati gli stessi utenti a condividere contenuti originali con la canzone di Ciara in sottofondo. Poi qualcuno ha avuto la brillante idea di rendere gli animali domestici protagonista della sfida. E l’hastag #levelup è letteralmente esploso.

@azchpn

どちらが勝つかな❓👑Which is the winner? ##tikdog ##levelupchallenge ##fyp ##dog ##dogsoftiktok ##foryourpage ##犬 ##トイプードル ##チワワ

♬ Level Up - Ciara

2. #eyeslipsfacesafe

Elf Cosmetics è uno dei beauty brand più attivi su Tik Tok. La challenge #eyeslipsface ha ottenuto un successo incredibile. Migliaia di utenti hanno condiviso i loro contenuti utilizzando i prodotti di make up del brand. Ma durante il Covid-19, Elf si è superata, lanciando una variante della sua challenge più nota per promuovere il distanziamento sociale.

@elfyeah

Y’all better lather up 🧼 Keep your eyes, lips, face safe! 👀👄🤩 ##eyeslipsface ##elfyeah @illwayno @hollafyesixwun

♬ Eyes. Lips. Face. Safe. e.l.f. Cosmetics - elfyeah

Questi sono soltanto due esempi di come gli utenti della Generazione Z interagiscono con le Tik Tok Challenge. Il risultato? Miliardi di visualizzazioni, vendite alle stelle e visibilità del brand assicurata. D’altronde, se è virale, alla Gen Z piace.

Commenti

commenti

TagsTikTok
Chiara Crescenzi

Leave a reply