strategia digitale per il black friday

Strategia Digitale per il Black Friday: SEO, CRO, SEA e Analytics al servizio degli e-commerce

La maggior parte dei consumatori italiani concentrerebbe le proprie necessità di acquisto nei periodi dell’anno codificati e “preposti” alle offerte stagionali: saldi, Black Friday, Cyber Monday, Prime Day, feste natalizie e simili ricorrenze sono i momenti in cui l’utente è più predisposto ad acquistare, cercando l’affare, lo sconto sul costoso oggetto tech che ha parcheggiato nel carrello da un po’ o la promozione imperdibile per fare scorta del proprio prodotto preferito.

A maggior ragione quest’anno, con la trasformazione delle abitudini di consumo e della quotidianità di ciascuno di noi dovuta all'emergenza sanitaria, gli utenti compreranno sempre più sui canali digitali.

In particolare, l’imminente Black Friday – ormai esteso a Black Week – sarebbe sul podio dei momenti preferiti dagli utenti per sfruttare le offerte dei Brand: pare che gli acquisti in vista del Natale si concentrino proprio in questo breve lasso di tempo. La stragrande maggioranza dei regali natalizi italiani sarebbero figli del Black Friday!

Come prepararsi, quindi, ad accompagnare l’utente nel suo percorso di conversion? E come strutturare al meglio il proprio e-commerce e le proprie campagne? Ne abbiamo parlato con Pro Web Consulting, che ha realizzato un white paper dedicato proprio alla strategia digitale per il Black Friday.

Un percorso strategico digitale in step e multidisciplinare

La sinergia tra diverse attività di digital marketing può creare un vero circolo virtuoso, in cui la qualità del sito, la conoscenza dell’utente e la pertinenza degli annunci si amplificano a vicenda. Ecco perché fare Search Engine Optimization, Conversion Rate Optimization e Online Advertising – il tutto coadiuvato e guidato dagli insights forniti dalla Web Analytics – non come attività stand-alone, ma come un tutto ben strutturato aumenta esponenzialmente i benefici delle singole discipline.

E non vale solo per il Black Friday: si otterrà una strategia applicabile in ogni altra ricorrenza e momento di offerte stagionali: dal Natale a San Valentino, dalla Pasqua ai saldi estivi.

La strategia può – o meglio, deve – prevedere una sinergia tra vari canali di acquisizione di traffico e prospection, tramite l’attivazione di interventi diversi in base al periodo dell’anno in cui ci si trova ad operare.

Ciascun tassello della strategia va attivato con i tempi più opportuni per ottenerne i vantaggi desiderati: la SEO, che ha tempi di ritorno medio-lunghi, andrà implementata mesi prima della ricorrenza.

La CRO è un processo trasversale, che va costantemente migliorato e testato per capire cosa gli utenti pensano, quali intoppi trovano sul loro percorso e come superarli. Può anche essere applicata ad attività più spot, come l’ottimizzazione dell’efficacia di una landing page con un form di contatto o una speciale promo a tempo: non bisogna pensare, infatti, che “conversione” sia necessariamente sinonimo di acquisto, al contrario, è qualsiasi azione noi vogliamo che l’utente compia, dallo scaricare un nostro contenuto all'iscriversi alla newsletter aziendale.

La SEA e in generale le campagne a pagamento possono agire in modo molto mirato nei momenti più strategici, da diverse settimane in anticipo fino al giorno di lancio della promo.

Timing per le attività SEO, CRO e SEA

strategia digitale per il black friday

Partire con la SEO significa iniziare a lavorare diversi mesi prima a una landing page dedicata appositamente al Black Friday.

L’obiettivo della SEO è ottenere benefici in termini di traffico organico: per questo, partire con la SEO significa iniziare a lavorare diversi mesi prima a una landing page dedicata appositamente al Black Friday (es. nomedominio.com/black-Friday/).

Questo perché si posizionerà molto bene per tutte quelle query che vedono il nome della ricorrenza affiancato al nome brand o alle keyword di prodotto.

Se questa buona pratica era già stata fatta negli anni precedenti, è possibile reindirizzare (con un redirect 301) tutte le vecchie pagine sulla nuova URL, per convogliare autorevolezza e traffico.

Oggi è già tardi per fare questo genere di attività, ma è comunque un buon momento per creare le pagine per il prossimo anno!

La SEA, invece, va attivata in fasi successive a seconda delle tipologie di campagne e obiettivi:

  • con almeno tre mesi di anticipo va creato un po’ di hype, coinvolgendo i clienti su nuovi prodotti e ricordando che ci saranno occasioni di risparmio a venire;
  • circa due mesi va effettuata un’analisi per ottimizzare il setup delle campagne (analisi degli anni precedenti, ricerca keyword, definizione copy e annunci, budget di spesa);
  • a ridosso dell’evento, è bene impostare una campagna ipersegmentata su specifiche personas, cercando di ottenere il massimo con il minimo budget;
  • post-evento vanno programmate campagne di remarketing per cercare di “colpire” tutti i visitatori del sito che non hanno finalizzato l’acquisto o cercando di proporre prodotti simili e complementari a chi ha acquistato.

La CRO, dal canto suo, serve a raffinare il traffico in ingresso – che sia organico o paid – massimizzando la possibilità di trasformare un semplice visitatore in un cliente.

Riassumendo, ecco tre azioni fondamentali per una strategia CRO di successo legata alle offerte stagionali:

  • Sfruttare al massimo la leva dell’urgenza, comunicando chiaramente che le offerte sono a tempo;
  • Rendere facilmente distinguibili i prodotti in offerta da quelli che non lo sono, usando elementi visivi, per non confondere l’utente;
  • Sfruttare il proprio database di indirizzi e-mail per stimolare all’acquisto gli utenti registrati che hanno dimostrato interesse (visitando il sito, aggiungendo prodotti al carrello o nella wishlist) senza però concludere l’acquisto.

In conclusione, se l’obiettivo è avere successo durante periodi fondamentali per la crescita delle visite e delle vendite, è essenziale progettare in anticipo la strategia da attuare, in base agli eventi di maggiore interesse per il proprio business.

Un articolo a cura di Pro Web Consulting


Leggi anche SEO per ecommerce: Strategie e tecniche di ottimizzazione


Commenti

commenti

Guest

Leave a reply